Corso Cavour: aumentano i parcheggi.

tribunalebrescia.jpgCorso Cavour, la centralissima via di Brescia, sta morendo. Le lamente dei commercianti della zona giungono tutt’altro che inaspettate. E’ infatti poco più di un anno che quello che era il vero motore degli affari della zona non c’è più.

Da quando cioè il Tribunale di via Moretto si è trasferito a mezzo km di distanza, vicino alla stazione ferroviaria e al cavalcavia Kennedy, il povero Corso Cavour è praticamente rimasto deserto. Gli esercenti (sopratutto baristi e tabaccai) che per anni hanno potuto contare su un viavai continuo di avvocati, segretarie, clienti e giornalisti si sono trovati con un pugno di mosche in mano.

L’Amministrazione comunale ha così deciso di aiutare i negozi della zona aumentando i parcheggi. Non molti per la verità, solamente 7, e a pagamento per giunta. Verranno posizionati proprio a lato di via Cavour non appena verranno tolti i piccoli paletti metallici che sono ancora presenti.

Certo, qualche parcheggio in più lì nella zona potrebbe essere un aiuto concreto, ma alquanto misero. Il vero rilancio della zona passa necessariamente per il reimpiego dell’antico palazzo che ospitava il Tribunale; è proprio questo il punto fondamentale che sbloccherebbe la situazione ma qui, nè l’assessore Orto (ideatore della soluzione-parcheggi) nè la Giunta, hanno avuto idee valide almeno finora. Anzi, sembra che proprio di decisioni al riguardo non siano assolutamente state prese. Una grave, gravissima pecca, specialmente perchè il trasferimento dl Tribunale non è stato improvviso ma deciso e voluto con anni di anticipo. Possibile che un palazzo storico e di grande valore artistico debba restare inutilizzato?