Cioccolato che passione!

chocolate.jpgC’è chi lo apprezza per i suoi effetti afrodisiaci (come Giacomo Casanova); poi c’è chi ne beve in grande quantità per avere più forza in tarda età (come il filosfo Voltaire); c’è anche chi lo consuma perchè ha una funzione antidepressiva dopo l’assunzione; certamente la maggioranza se lo mangia semplicemente perchè è buono.

Sto parlando del cioccolato, di quel cibo che trae origine dai semi delle piante del cacao e che già gli antichi maya definivano come “il cibo degli dei”. E proprio il cioccolato è al centro della sagra che vedrà impegnato in questo fine settimana (domenica dalle ore 14:00 per la precisione) il centro di Paratico, cittadella lacustre sul lago d’Iseo al confine con la bergamasca.

La quinta edizione della fiera del cioccolato ha come contorno una ricca serie di eventi collaterali ma il vero centro d’attenzione non può che essere per quell’ambrosia che lascia tutti noi estasiati al solo sentire che si scioglie dolcemente in bocca.

Nella cittadina del sebino soto attesi maestri cioccolatieri  con i loro stands e sopratutto i loro assaggi. A tutto ciò si aggiungerà anche la possibilità per i ragazzi di partecipare a dei laboratori specializzati.

A Sale Marasino rievocazione medievale

rievocazione medievale sale marasino.jpgUn fine settimana all’insegna del medioevo in quel di Sale Marasino, piccola cittadina abbarbicata e paciosa sul lago d’Iseo. In questo (si spera) assolato weekend primaverile infatti sarà la volta della rievocazione storica “Rivive L’Antica Valeriana”, che prende il nome proprio dalla strada Valeriana che dall’anno 1000 circa collega la zona meridionale del sebino bresciano a quella settentrionale, partendo da Pilzone (frazione di Iseo) ed arrivando fino a Pisogne.

Più di 150 figuranti in costume, 25 artigiani alle prese con i mestieri dell’epoca, e poi falconieri, arceri e sbandieratori. Un foltissimo gruppo di persone con la volontà di far rivivere in prima persona le ambientazioni e le atmosfere del periodo tra il 1200 ed il 1300. Ci saranno poi le cornamuse medievali, i canti gregoriani (ad opera del “coro del sebino”) e i cibi tipici dell’epoca nelle varie aree ristoro, allestite anche nelle corti delle case più antiche della zona. Insomma, gli ingredienti per un qualcosa di diverso dal solito weekend sul lago ci sono tutti.

Ecco comunque il programma dettagliato di questo fine settimana a Sale Marasino:

Venerdì 21 maggio, alle ore 20.00 nella ex chiesa dei Disciplini la “Cena con delitto alla corte medievale”. Posti limitati.

Sabato 22 maggio, alle ore 19.30 la Santa Messa in lingua latina al Santuario di Gandizzano; alle 20.20 la cena medievale con figuranti in costume e alle ore 22.30 lo spettacolo pirotecnico.

Domenica 23 maggio, dalle ore 10.00 alle 21.00 tutto il percorso dell’Antica Valeriana sarà animato da cavalieri, musici, sbandieratori, frati, armigeri, artigiani, contadini e molto altro ancora.

Per informazioni è possibile telefonare ai numeri 329-4313501 e 338-3293378.