Santa Lucia e Babbo Natale. Brescia si prepara ai regali.

regalo.jpgCon l’arrivo di dicembre a Brescia si inizia già a respirare a pieni polmoni l’aria (fredda, vista la neve e le temperature di questi giorni) di regali. Si inizia subito con l’arrivo di Santa Lucia la notte tra il 12 ed il 13 dicembre.

La figura di Santa Lucia è certamente la più apprezzata storicamente a Brescia e in tutta la provincia e proviene direttamente dalla secolare tradizione popolare. Secondo quanto tramandato da nonno in nonno si tratta di una figura un pò “splatter” di un personaggio religioso; la santa infatti, prendendo spunto dalla vera storia di quella che fu la sua vita, viene raffigurata senza occhi e non ha nessuna intenzione di farsi vedere dai bambini. Anzi guai a chi osasse tentare di vederla: niente regali e cenere negli occhi anche per loro!

Fortunatamente però basta essere stati bravi durante l’anno e non cercare di vederla e il 13 dicembre la mattina avremo la prova che lei si sarà ricordata di noi e ci avrà portato tanti bei regali. L’opera di distribuzione di tutti i regali da fare tutta in una notte è certamente complessa così Santa Lucia, un pò come fa Babbo natale con le renne e la slitta, si avvale della preziosa opera del suo fedele asinello e del suo carretto.

A stretto giro poi passerà per le case dei bresciani anche il barbutissimo e sempre generosissimo Babbo Natale. Chi non riceverà i regali di Santa Lucia potrà comunque rifarsi, e chi invece li ha già ricevuti potrebbe riceverne altri, crisi economica permettendo.