Brescia 26ma (su 107) per qualità della vita. Ma…

castello brescia.jpgLeggevo ieri della puntuale classifica stilata dal principale quotidiano economico nazionale sulla qualità della vita dei 107 capoluoghi di provincia italiani.

Complessivamente Brescia si piazza non male, al 26mo posto complessivo su 107. Ben lontano dalle parti alte della classifica, dove troviamo Bolzano, Trento e alcune cittadine emiliane, ma ancora più distante dai “bassifondi” di classifica.

Non sembra però essere tutto oro ciò che luccica. Analizzando un pò nello specifico si nota che, rispetto all’anno precedente, Brescia guadagna in benessere e vivacità del tempo libero.

Buono anche il tasso di natalità, nel senso che tra tutti quelli d’Italia è uno dei meno in negativo (-1,5%).

Ciò che fa preoccupare invece sono il tasso di criminalità (la sicurezza serve solo in campagna elettorale?) che posiziona Brescia al 96mo posto su 107, ed addirittura il numero di laureati tra i 25 ed i 30 anni (49 ogni 1.000)  che ci piazza nel lontanissimo 102mo posto.

Da mezza classifica invece il tempo libero, la disponibilità di bar e ristoranti e le presenze turistiche.

Insomma, non ci possiamo lamentare, ma si può fare di meglio. Avanti Brescia!