Piazza Rovetta: stop al “cubo bianco”. In arrivo un parco giochi

cubo bianco.jpgLa situazione di Piazza Rovetta continua a far discutere e sembra non trovare mai una soluzione conclusiva.

Sembra infatti che dopo lo smantellamento della struttura metallica che ospitava alcune bancarelle (più di 2 anni fa!) ed il famoso progetto del “cubo bianco” (aula studio futuristica per universitari), all’orizzonte ci sia invece la realizzazione di un mini parco giochi per bambini.

Purtroppo quello che dovrebbe essere uno dei principali biglietti da visita della nostra città si dimostra essere uno dei talloni d’achille di questa amministrazione.

Oltre alla tristezza del fondo in erba sintetica (quella naturale evidentemente non va molto di moda e c’è il rischio che nelle fotografie non esca poi così bene, meglio un pò di plastica), stando a quanto riportano i giornali dovrebbe venire allestito anche un piccolo teatrino ed un laboratorio per burattini. Ma la sorpresa è addirittura la presenza di una nursery per l’allattamento. Tutto attorno panchine “pieghevoli” come le poltrone dei cinema.

Il parchetto poi non ha nemmeno una data di scadenza. Resterà probabilmente finchè non vedrà la luce il cubo bianco, che però per essere realizzato necessita di quasi 2 mln di Euro, e di questi tempi si sa che non è una cifra facile da raggranellare. Se il progetto del “cubo bianco” non troverà a breve la luce a causa della mancanza di fondi, mi sembra che la “toppa” del mini parco giochi sia quasi peggio del buco.

Il costo dell’operazione “mini parco giochi” è abbastanza contenuta (40mila Euro circa), ma questo non basta per renderla oculata. Piazza Rovetta, dopo più di 2 anni di abbandono a sè stessa, viene liquidata con una soluzione raffazzonata da 4 soldi, che stride troppo con i progetti faraonici che la Giunta ha portato avanti a lungo e che mai hanno visto la luce e forse nemmeno mai la vedranno.

Se la soluzione finale al “problema Piazza Rovetta” è questa, tanto valeva immaginarla e realizzarla con 2 anni d’anticipo, senza investirci tempo, energie e soldi (pubblici) con concorsi e progetti architettonici rivelatisi inutili.

Piazza Rovetta saluta la Pensilina

progetto piazza rovetta.jpgDa ieri mattina sono iniziati i lavori in Piazza Rovetta per togliere la pensilina in metallo che la giunta Corsini aveva deciso di posizionare lì giusto pochi anni fa.

La costruzione infatti, mai piaciuta alla nuova giunta fin dal suo insediamento, dovrebbe prendere la volta di una zona molto meno centrale di Brescia; per la precisione si tratta del parco Pescheto di via Corsica.

Le operazioni di trasferimento richiederanno un mesetto circa, o poco più ed un costo di circa 80 mila euro tra lo smontaggio ed il rimontaggio. Al posto della pensilina dovrebbe venire costruito il famigerato “cubo bianco” (in foto), opera progettata da Venturelli  che ha vinto il concorso indetto dall’assessorato al centro storico e dal costo decisamente più elevato: 1,8 mln €.

Per la realizzazione del cubo bianco, immobile di 3 piani che dovrebbe ospitare alcuni uffici del Comune, una mostra d’arte e una sala di lettura per studenti, sono previsti almeno 2 anni di lavoro. Quindi dovrebbe vedere la luce per il 2012-2013.

Nel frattempo il cubo bianco fa già discutere. Innanzitutto perchè non piace proprio a tutti, e poi perchè l’impegno economico è assai rilevante, specie in tempi di magra economica come questo visto i tagli di trasferimento dei fondi statali. Forse anzichè un’operazione quasi faraonica e molto “di facciata” si poteva pensare di utilizzare altri immobili già di proprietà del comune che si trovano in centro e sono totalmente inutilizzati, in particolare il vecchio tribunale di via Moretto e la vecchia Corte d’Appello di via S.Martino della battaglia e in quell’area invece farci qualche panchina e piantarci qualche albero, che costerebbero molto meno ed a Brescia non farebbero certo male.