Pasquetta: tante idee a Brescia

roccalonato-pasquetta.jpgPasquetta, o lunedì dell’Angelo, che dir si voglia. A Brescia e sopratutto in provincia è abitudine, come credo nel resto d’Italia, passare il giorno di pasquetta con amici in una gitarella fuori porta. Tempo permettendo.

Già, perchè sono giorni che la pioggia si alterna sovente alle schiarite ed al sole primaverile. Per la giornata di oggi però le previsioni dovrebbero essere tutto sommato clementi.

A Brescia ed in provincia le alternative per occupare il tempo in questo lunedì dell’Angelo sono parecchie e diversificate fra loro. Per i più sportivi, o semplicemente per chi avesse intenzione di smaltire il luculliano pranzo pasquale, segnalo 3 corse oramai note: quelle di Trenzano (edizione n. 25 della “Trenzalonga”), Artogne (edizione n. 34 della “Tre campanili”) e Cigole (edizione n. 40 della “De sa e de là del Mèla”).

Chi invece volesse limitarsi ad un pic-nic  tra il verde segnalo le classiche gite sul Monte Orfano per i franciacortini e la Rocca di Lonato per i gardesani. Nel primo caso è tutto un fai-da-te; nel secondo caso invece, al costo di 25€, la fondazione “Ugo Da Como” propone di gustare all’aria aperta all’interno della storica fortezza con un panorama fantastico un cestino di leccornie.

Poi naturalmente le proposte in realtà saranno molte di più di quelle che vi ho ricordato qui sopra; l’importante è che, tempo permettendo, si faccia tutti un pochino di movimento, magari riscoprendo angoli meravigliosi della nostra provincia.

Pasquetta di Liberazione

resistenza.jpgStrana coincidenza quella di questo 2011 che ha voluto che il lunedì dell’Angelo, meglio conosciuto come “pasquetta”, coincidesse con il 25 aprile, Festa della Liberazione.

Così oggi tra una gita e l’altra fuori porta, pronti per un picnic con amici e parenti distesi su un prato a mangiare al sacco oppure a gironzolare in località turistiche, magari qualcuno avrà anche il tempo e la volontà di dedicare qualche momento ricordando quel 25 aprile di 66 anni fa, quando dopo aver liberato da sud a nord l’intera penisola, anche Milano venne presa ai nazifascisti e ridata finalmente agli alleati ed alle forze partigiane.

A Brescia le celebrazioni per la Festa della Liberazione si terranno oggi pomeriggio alle ore 16:00 in Piazza Loggia, simbolo cittadino oltre che delle istituzioni anche dei segni che il fascismo nostrano mostrò crudelmente anche decenni a seguire.

Quest’anno le celebrazioni, a differenza dell’anno scorso, saranno uniche in quanto i due cortei , istituzionale e delle raltà antifasciste cittadine, confluiranno alla fine nella medesima piazza. L’Anpi (Ass. Naz. Partigiani d’Italia) ha deciso di dedicare la ricorrenza odierna al partigiano “Mirko”, al secolo Giordano Cavestro, 18enne parmense trucidato per volontà espressa del federale Pino Romualdi, che negli anni a seguire ebbe un ruolo di spicco nell’Msi.

Pasquetta alla Rocca di Lonato

roccalonato.jpgA tutti colo che per questo seppur breve periodo di ferie non si muoveranno da casa ma che, com’è consuetudine, vogliono farsi una bella scampagnata il giorno di pasquetta (magari dopo aver partecipato a qualche celebrazione per il 25 aprile, che quest’anno cade lo stesso giorno), ecco una proposta, dedicata per la verità più a famiglie che a giovani.

La Fondazione Ugo Da Como ha organizzato anche quest’anno la “Pasquetta alla Rocca”, dove per Rocca si intende quella, celeberrima, di Lonato del Garda. La giornata prevede di gustarsi il magnifico ambiete (vedi foto) della Rocca per la classica gitarella fuori porta del lunedì dell’angelo e tutto sembra pensato a misura di bambino.

All’interno dell’antica fortezza infatti verranno proposti numerosi spettacolini di vario genere per intrattenere i più piccini, tra cui spettacoli, laboratori e animazioni (una su tutte, molto apprezzata dai bambini, è la passeggiata con il pony). Ai partecipanti verrà fornito anche un cestino da picnic per potersi rifocillare comodamente sdraiati sul prato, godendosi se possibile la bella giornata ed il tiepido sole primaverile. Il costo per l’ingresso ed il cestino (contenente anche acqua, tovaglia e posateria) sarà di 25€ per gli adulti e 15€ per gli under 12.

La “Pasquetta alla Rocca” si svolgerà comunque anche in caso di maltempo, adattando per l’occasione una parte della Rocca stessa. Per informazioni 030-9130060, oppure visitate il sito www.fondazioneugodacomo.it

Pasquetta: pic nic e scampagnate anche a Brescia

Pasquetta.jpgPassati bagordi dei megapranzi pasquali in compagnia dei parenti (apprezzati o meno che siano), ora tocca rimboccarci le maniche e prepararci ai bagordi di pasquetta.

Anche a Brescia infatti, come praticamente in tutta la penisola, il giorno di pasquetta è dedicato alla scampagnate e alle gite fuoriporta con amici.

E per ogni zona della provincia c’è un piccolo “santuario” a cui tutti accorrono in cerca di accaparrarsi il posto migliore per preparare grigliate, uova sode e salame.

Così infatti che abita nella zona occidentale della provincia (Rovato, Chiari, Erbusco e tutta la franciacorta) si carica coperta e quant’altro a spalle e inizia la faticosa salita sul Monteorfano.

Chi abita in città invece si dirige normalmente con gli amici verso i prati e gli spiazzi della Maddalena. i residenti della zona orientale della provincia hanno invece a disposizione le prealpi bresciane della zona di Botticino e di Gavardo.

I più fprtunati sembrano essere gli abitanti delle valli (Camonica, Trompia e Sabbia) che in quanto a spazi pubblici dove accamparsi non se la cavano di certo male. Lo stesso può dirsi per i bresciani della “bassa”: la campagna più o meno sterminata non è certo parca di zone adatte al picnic.

Insomma, un pò ovunque, indipendentemnete dalla zona di residenza, anche i bresciani si danno da fare con le grigliate e quant’altro. E a me viene già l’acquolina…