Brescia si scopre “classica ma non troppo”

concertomusicaclassica.jpgE’ iniziata sabato sera la rassegna “classica ma non troppo” che porterà a Brescia 4 concerti di prim’ordine nel meraviglioso contesto del chiostro di contrada San Giovanni. A farla da padrone saranno brani della musica popolare eseguiti da grandi maestri di formazione ed ispirazione “classica”. Ecco così spiegato il nome della rassegna.

Dopo la serata di sabato 2 ottobre, svoltasi in concomitanza con la “notte bianca” di Brescia, per l’occasione dedita interamente all’arte nelle sue diverse forme, il prossimo appuntamento in calendario sarà quello di sabato 9.  La cornice per l’occasione sarà quella chiesa parrocchiale S. Giovanni Evangelista. A salire sul palco l’ensemble vocale femminile “Sifnos”, che si esibirà nello spettacolo “Nel nome di Maria”, che racchiude una serie di canti mariani di noti autori del ‘900.

Il terzo appuntamento della rassegna è quello previsto per il 23 ottobre quando, nel teatro del chiostro di San Giovanni, il duo composto da Gloria Busi (soprano) e Francesco Buffa (pianoforte) si esibirà in “La voce colta dei popoli”, con musiche rivisitate di Berio, Ravel, Rodrigo, Milhaud, Lorca, Dorumsgaard e Ziliani.

Ultima serata di “Classica ma non troppo” sarà quella del 30 settembre. La location sarà ancora quella del teatro del chiostro di San Giovanni e lo spettacolo, dal titolo “Volare”, vedrà impegnati i membri dell’associazione “Isola” (che ha organizzato la manifestazione insieme al centro culturale “Il chiostro”) alle prese con i brani dei più grandi cantanti e cantautori italiani del ‘900 come De Andrè, Tenco, Modugno, Gaber, Lauzi, Gaetano, Endrigo e Graziani.