Corso Garibaldi, un weekend di gusto

vinolì.jpgCorso Garibaldi si prepara a dibentare il palcoscenico di una rassegna di gusto e di sapori in questo weekend (che si annuncia piovoso) di fine novembre. Nella centralissima via di Brescia arriva infatti la nuova edizione di “Vinolì”.

Vinolì casca proprio “a fagiuolo” dopo che proprio qualche giuorno fa la dieta mediterranea è stata inserita tra i patrimoni dell’umanità dell’Unesco, a conferma del fatto che si tratta di un’opera d’arte del saper mangiare bene e sano.

L’edizione 2010 di Vinolì, mostra mercato di sapori e tradizioni, si inserisce nel più ampio disegno della campagna nazionale “Paesiesapori” e della campagna locale “Bresciaintuttiisensi” e vedrà la partecipazione sopratutto di aziende agricole produttrici di pregiati oli e di vini tra i più premiati: dall’olio extravergine di oliva del Garda Dop al vino Franciacorta Docg.

A fianco di queste aziende però ce ne saranno altre, sempre gustose e provenienti da tutta Italia, dedite alla produzione di miele, formaggi, marmellate, il pesto di pistacchi di Bronte ed il pane sardo Gattiau.

E’ una buona occasione per riscoprire sapori artigianali che si stanno sempre più abbandonando a discapito di pasti mordi e fuggi.

Quattro stagioni di gusto…e non si parla di pizza

posate.jpg“Quattro stagioni di gusto”. E’ questo il titolo della nuova iniziativa promossa dall’Assessorato al Commercio di Brescia per promuovere le attività del centro storico di Brescia, particolarmente i ristoranti e più in genere i locali dove consumare una buona cena.

Questa prima edizione prenderà il via dal 9 aprile e durerà fino al 18 aprile. In questo periodo chi vorrà potrà recarsi in uno dei 16 ristoranti del centro storico che hanno deciso di aderire all’iniziativa e degustare alcuni tipicissimi piatti della Brescia nostrana.

Si tratta certamente di una buona occasione per riscoprire alcune deliziose specialità tra cui Bagoss (di Bagolino), manzo all’olio (di Rovato), malfatti, brasati e stracotti con polenta (di Castegnato); il tutto fra l’altro a prezzi concordati in precedenza, che vanno dai 20 ai 40 euro.

I ristoranti che hanno deciso di aderire all’iniziativa sono: “Osteria antica Lelia”, “I Chiostri”, “La vineria ristorante enotavola”, “Locanda dei guasconi”, “Locanda San Marco”, “Novecento”, “Oltre la via Lattea”, “Osteria al Bianchi”, “Osteria lo Scultore”, “Osteria Nonna Mercede”, “Osteria trattoria I macc de le ure”, “Osteria Vecchia Pusterla”, “Ristorante Enrico VIII”, “Ristorante Raffa”, “Trattoria Buca” e “Trattoria Gasparo”.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito del Comune di Brescia, oppure recarsi presso le sedi delle circoscrizioni comunali.