Rievocazione storica della battaglia di Montesuello

rocca d'anfo.jpgI prossimi 3 e 4 luglio in quel di Anfo, piccolo paesino bresciano posto a metà strada tra il lago d’Idro e Bagolino (località del famoso formaggio bagoss e del carnevale), sarà la volta della commemorazione di una delle più importanti battaglie dell’Indipendenza Italiana della seconda metà dell’800: quella di Montesuello.

In quella battaglia il generale Garibaldi, proprio in terra bresciana e nel lontano 1866, venne ferito. In seguito trovo ospitalità e sopratutto cure proprio grazie alla popolazione locale che ancora oggi vuole ricordarlo e rendergli gli onori che merita.

Il 3 ed il 4 luglio quindi saranno due giorni dedicati alla riscoperta della nostra storia e del nostro grande patrimonio architettonico. Sarà inoltre possibile visitare sabato 3 luglio la Rocca d’Anfo, la fortezza dalla quale è possibile godere scorci di panorama dell’Eridio, la fortificazione di epoca napoleonica (unica nel suo genere) sorta sulle fondamenta gettate in precedenza dalla Repubblica di Venezia che governò quella valle per quasi 400 anni fino al 1797.

Per la visita alla Rocca d’Anfo (sabato) è opportuna la prenotazione al numero 036583224. Domenica 4 luglio, l’attività sarà invece riservata al monumento di Montesuello e alle visite guidate (totalmente gratuite).

Rievocazione Storica Battaglia San Martino e Solferino

8517_b.jpgUn cosa che sempre mi ha affascinato è vedere quelle persone vestite in abiti antichi, in particolare medievali.
In città, complice la presenza di un bellissimo Castello, durante l’anno si può assistere a questi eventi e vi assicuro sono curiosi e ben fatti fonte di divertimento per famiglie, single e coppie che desiderano passare una giornata diversa.

Un assalto proprio come quello di 150 anni fa quando, il 24 aprile 1859, l’Austria inviò l’ultimatum al Piemonte, che non ebbe alcun esito, fu però questa l’occasione attesa da Cavour per provocare l’Austria ad iniziare la guerra. La battaglia di Solferino e San Martino, successivamente anche ricordata come battaglia del 24 giugno 1859, venne però combattuta fra l’esercito austriaco e quello franco-sardo, ponendo fine alla seconda guerra di indipendenza italiana. Nella realtà, si trattò di un insieme di battaglie distinte che si svilupparono autonomamente e quasi simultaneamente, su un fronte di oltre venti km.

Da non dimenticare che quei giovani combatterono uomo contro uomo, corpo contro corpo, non chiedevano nulla per il sacrificio che si apprestavano a compiere, costretti a lottare e a morire per quei valori intensamente legati all’amore di patria. Pagarono duramente il loro eroismo, il campo di battaglia era ricoperto di sangue, di feriti, di agonizzanti, di morti, tanti morti

Per ricordare questi eventi, le colline che attorniano San Martino della Battaglia (BS) questa Domenica sono state prese d’assalto dagli spettatori accorsi ad assistere a una rievocazione storica che si ripete ogni anno e rende omaggio e memoria ai caduti oltre che fungere da spettacolo per chi vi assiste.

Per maggiori informazioni storiche potete consultare: http://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_di_Solferino_e_San_Martino

Cerchèro di non farmi sfuggire e segnalarvi le rievocazioni in stile Medievale nei prossimi mesi perchè davvero ne vale la pena!

(Immagine: Giornale di Brescia)

scritto da Alex Mazzelli