Lio Bar: un settembre ricco di live

lio bar.jpgGli scrosci di pioggia degli ultimi giorni ci hanno catapultato di colpo nell’autunno inoltrato. Non temete però, ben presto il sole tornerà a splendere e ci potremo godere gli ultimi giorni d’estate in tranquillità.

Detto questo però, la stagione autunno-inverno a Brescia sta pian piano iniziando. Si torna al lavoro, tra poco gli studenti ricomunceranno un nuovo anno scolastico ed il Lio Bar ha inaugurato un fitto settembre musicale. Del resto con le feste ed i festival in provincia che si vanno via via a concludere in questo mese, il Lio rimane sempre un’ancora di salvezza della buona musica a Brescia.

Nel mese di settembre saranno molti i nomi pronti a salire sul palco di uno dei locali più caratteristici e trasversali della leonessa. Si va dalle glorie locali Low Frequency Club, The Churchill Outfit, Altica e Andrea Van Cleef fino alle band di caratura nazionale ed internazionale quali Cut, Fast Animals and Slow Kids, The Dustaphonics, Maria Antonietta e Criminal Jockers.

I concerti si svolgeranno, come sempre, il martedì ed il venerdì sera in via Togni, appena al di là dei binari (che di notte non vedono transitare treni) della diramazione nord della linea ferroviaria. Si inizia alle 22:30, ma si finisce molto più in là.

Per essere sempre aggiornati sui concerti del lio Bar seguite il profilo ufficiale su facebook.

A Brescia si mangia greco

gyros.jpgIl panorama culinario di Brescia si arricchisce ancora. Alle solite pizzerie, trattorie e piadinerie, agli ormai consueti kebabbari e giapponesi, ai sempreverdi cinesi ed agli speziati indiani, le bocche bresciane potranno da oggi godere anche delle prelibatezze mediterranee della cucina greca.

E’ infatti stato inaugurato da poco in pieno centro, in via Cairoli 22, “La Greka”. Si tratta di un classico take-away (con consegne anche a domicilio) di esclusive specialità elleniche. E le origini semi-greche del proprietario possono già garantire sulla somiglianza dei prodotti con gli originali cucinati sulle sponde del Mar Egeo.

Personalmente non l’ho ancora provato, ma giuro che provvederò quanto prima e vi farò sapere in prima persona cosa ne penso. Del resto quando l’ho saputo sono stato assalito dalla voglia di riassaporare gyros, mussaka e suvlaki.

Dando anche un’occhiata al sito interne (www.lagreka.com) ho notato che i prezzi sono assolutamente abbordabili, il che, visto il generale periodo di ristrettezze economiche, non guasta.

Se qualcuno di voi dovesse esserci già stato accetto volentieri consigli su quali specialità addentare.