“Curt dei pulì”, al Teatro Santa Chiara

curtdeipulì.jpgSe c’è un brano teatrale che, meglio di altri, rappresenta la tradizione locale bresciana, beh questo è senz’altro “Curt dei pulì” di Angelo Canossi.

Nel 150mo anniversario della nascita del suo autore, lo spettacolo torna in scena proprio a Brescia, in una sorta di omaggio e tributo voluta dai giovani e promettenti attori della “Piccola Compagnia Stabile” di Brescia (Federica Antonelli, Matteo Bertoletti, Davide Di Maria, Sara Manduci, Pietro Mazzoldi e Alice Salogni)sotto la sapiente direzione del regista Filippo Garlanda.

La Curt dei Pulì è un angolo tanto storico (è una piccola corte cinquecentesca) quanto suggestivo, a cui si accede mediante una piccola apertura sul lato nord di Corso Mameli giusto ad una decina di metri da Largo Formentone.

E’ uno squarcio fantastico di una Brescia che fu, di una quiete quasi sovrumana rispetto alla assoluta centralità cittadina, quasi come se si trattasse di una corte di un paesino di campagna della bassa. Squarcio però che spesso viene messo alla ribalta della cronaca per la volontà di miopi politici locali che per garantire sicurezza non trovano altro metodo che chiudere con cancelli di ferro l’ingresso, manco fossero mossi dalla volontà di spezzettare in tante piccole gabbiette la libertà dei cittadini.

Tralasciando queste, che sono le vicende moderne della Curt dei Pulì, vi segnalo il bellissimo spettacolo teatrale omonimo che andrà in scena al Teatro Santa Chiara tra il 21 ed il 26 febbraio (feriali alle 20:30, domenica alle 15:30).

Il grande freddo arriva a Brescia

gelo.jpgPassata la nevicata degli scorsi giorni, da questa mattina Brescia si prepara ad un weekend siberiano, con temperature pronte a scendere in città anche a -11 gradi.

Il grande freddo che colpirà la Leonessa si annuncia come il più pungente da alcuni decenni a questa parte, quindi se ancora non l’avete fatto, tirate fuori dagli armadi piumini ultraimbottiti, berrette e guanti.

Già che ci siete fate attenzione anche alle scarpe; non tanto (o non solo) per scegliere quelle più “pesanti”, ma anche sopratutto per evitare le calzature dalle suole lisce. Le strade sono piuttosto pulite e la circolazione abbstanza sicura (almeno in centro città), ma i marciapiedi accolgono ancora una significativa quantità di neve che, dopo essere stata calpestata nella giornata di ieri dai passanti, si sta trasformando in una lastra di ghiaccio. Lo scivolone è dietro l’angolo.

Per evitare inconvenienti, che ne dite di passare un bel fine settimana in famiglia o con amici, standosene tranquilli a chiacchierare e scaldarsi magari vicino ad un fuoco od una stufa? Forse non tutto il freddo verrebbe per nuocere.

Per chi invece comunque non rinuncia ad un’uscita, almeno sabato, vi segnalo l’inaugurazione di una mostra fotografica allo Spazio Contemporanea (corsetto Sant’Agata 22, piano interrato) dal titolo “India 1880-2010”, in cui, attraverso l’obiettivo di 3 generazioni di fotografi, si potrà scoprire l’evoluzione di un popolo nell’arco degli ultimi 130 anni.

A Brescia i Soliti Idioti

i-soliti-idioti-280.jpgE’ previsto per il 19 maggio al PalaBrescia lo spettacolo de “I soliti idioti”, che si inserisce nella mini-tournè organizzata tra il 10 ed il 21 dello stesso mese.

I soliti idioti, al secolo Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli, sono reduci da un clamoroso successo cinematografico con il loro primo film che, oltre ogni previsione, è stato un vero e proprio boom di incassi.

La gloria che gli è derivata dal grande schermo, dopo essere diventato un programma di culto per ragazzi sul canale televisivo Mtv, non sembra però aver spezzato quella voglia di continuare a far ridere il pubblico con una serie di sketch esilaranti.

Preparatevi allora a nuove indeite scene dell’anziano padre romanaccio con il suo “Dai cazzo!”, oppure dell’impiegata delle Poste (“Dicaaaa”) con il ragazzo delle consegne, ma anche dei due parroci/reclutatori e molto altro ancora. Dopotutto si tratta di una caricatura piuttosto fedele delle sfaccettature dei personaggi della società moderna.

Per le prevendite: www.ticketone.it oppure www.geticket.it