Un Carnevale a targhe alterne?

scarico.jpgFrittelle, maschere, scherzi e Pm10. Sono queste le parole chiave del Carnevale 2012 a Brescia, e se le prime 3 è normale che vengano associate alla tradizionale festa in maschera, la quarta lo è certamente meno.

Le Pm10 però, negli ultimi anni stanno diventando assai famose nella Leonessa d’Italia, minacciando con regolare continuità la libera circolazione dei bresciani. Già solo neglu ultimi mesi almeno in un paio di occasioni l’inquinamento dell’aria è stato lì lì per imporre significativi stop alle auto circolani.

Oggi sembra essere arrivato un nuovo momento di crisi, dopo che per 16 giorni consecutivi le centraline posizionate in città hanno registrato livelli di polveri sottili sensibilmente al di sopra del consentito.

Carnevale si appresta ad essere quindi oggetto di uno “scherzetto” tutto meteorologico. La sola speranza perchè nell’incontro di oggi tra i sindaci dell’area critica (oltre a Brescia anche Borgosatollo, Botticino, Bovezzo, Castel Mella, Castenedolo, Cellatica, Collebeato, Concesio, Flero, Gardone Val Trompia, Gussago, Lumezzane, Marcheno, Nave, Rezzato, Roncadelle, San Zeno, Sarezzo, Villa Carcina) venga accantonata l’ipotesi delle targhe alterne è che la pioggia prevista per la scorsa notte e la mattinata di oggi serva a ripulire l’aria. Incrociamo le dita, anche perchè vorrebbe dire che respiriamo meno zozzerie.

Un Carnevale a targhe alterne?ultima modifica: 2012-02-20T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento