Brescia capitale della musica emergente

cassastereo.jpgChe Brescia fosse una fucina di piccoli gruppetti, più o meno noti e più o meno bravi, è cosa ormai nota. Probabilmente da nessun’altra parte come nel “capoluogo bis” della Lombardia il grigio dei palazzi della periferia finisce per produrre così tanti colori musicali.

A confermare ulteriormente questo felice primato della Leonessa d’Italia è stata la recente campagna elettorale aperta dal sito www.rockol.it, uno dei principali siti musicali italiani.

Nella sezione “Promessa/Rivelazione dell’anno”, su 30 candidati ben 6 hanno delle salde radici bresciane. Se non è un segno tangibile delle qualità nostrane non saprei cos’altro possa essere.

A contendersi il prestigioso titolo, almeno per ciò che riguarda Brescia, sono: Aucan, Don Turbolento, Edipo, Ettore Giuradei, Jules Not Jude e Plan De Fuga.

Personalmente mi sbilancio e dico, a parimerito, Don Turbolento e Ettore Giuradei. Generi decisamente diversi (electro-pop da un lato, cantautorale dall’altro), ma stessa carica di fondo. Certo, gli altri 4 non sono certo da buttare. E voi, chi preferite?

Brescia capitale della musica emergenteultima modifica: 2011-12-28T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento