Cavour sotto processo: Gherardo Colombo accusa

locandina-processo-a-cavour.jpgUna piccola lente d’ingrandimento che va a spulciare cause, motivi, retroscena e, perchè no, qualche misfattuccio nella vita del più famoso “Camillo” della storia d’Italia (alla pari quantomeno con la caricatura fernandelliana dell’energico e intraprendente prete delle campagne romagnole del dopoguerra).

E’ questo quello che ci si aspetta dallo spettacolo “Processo a Cavour”, in scena domani sera al Palabrescia di San Zeno. Va detto che non si tratterà di uno spettacolo teatrale classico e già l’attore principe della scena lo dimostra. A fare la parte del leone sul palcoscenico sarà infatti Gherardo Colombo ex Pubblico Ministero della Procura milanese ai tempi di tangentopoli.

Lo spettacolo, che vedrà Ruggero Cara impersonificare il Conte e politico piemontese e Martina Galletta nelle vesti tricolori del Belpaese, è chiaramente dedicato alla ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia e permetterà al pubblico, al termine della rappresentazione, di ergersi a giudice e decidere se, dopotutto, l’intenzione cavouriana dell’unificazione nazionale è stata, alla luce dei fatti, cosa buona e giusta.

A convincere Colombo ad avvicinarsi al teatro dopo aver ripiegato e riposto nel cassetto la toga, è stata la qualità del testo teatrale, che si deve al noto giornalista Corrado Augias ed a Giorgio Ruffolo.

Brescia, si torna a sperare nella salvezza

bresciacalcio.pngTre punti d’oro per la classifica di serie A, ma ancora di più per il morale in vista del finale di campionato. La partita di sabato pomeriggio al Rigamonti ha visto la Leonessa sconfiggere per 3 a 1 il Bologna di mister Malesani con Hetemaj, Zoboli e Caracciolo (su rigore) ad andare in rete.

Come detto la partita è stata importante per la classifica, perchè raggiungere quota 29 punti aiuta a non abbandonare il “treno salvezza”, specialmente in virtù dei risultati delle dirette concorrenti. Probabilmente però più che il risultato è stato positivo l’atteggiamento complessivo della squadra, che è entrata in campo convinta e decisa a vincere al punto di andare in rete 2 volte nei primi 10 minuti.

Poi il Bologna ha tentato di reagire, ma in maniera sempre piuttosto sterile. A conferma di ciò è sufficiente ricordare il gol realizzato dal solito Di Vaio, al 30′ del primo tempo, arrivato a seguito di un rimpallo in area che ha permesso al bomber dei felsinei di mettere in rete con una buona fetta di fortuna.

Ma la cosa che più altra sa far ben sperare nella città delle rondinelle è stata l’attenzione costante per tutta la partita e soprattutto la tenuta atletica per i 90 minuti. Forse la salvezza comincia ad essere un discorso ragionevole, ma diciamolo a bassa voce per scaramanzia.

Doppia Elisa al Grande

elisa-toffoli.jpgDue imperdibili appuntamenti per i bresciani appassionati di musica, anzi di ottima musica. Domani, sabato 2 aprile, e sabato 16 aprile infatti la grandissima Elisa si esibirà live sul palco del teatro Grande.

Si tratta della tappa bresciana del tour promozionale per il suo ultimo lavoro discografico intitolato “Ivy”, uscito il 30 novembre scorso.Il disco è composto da una raccolta dei suoi più grandi successi, da “ti vorrei sollevare” a “qualcosa che non c’è”, passando per “gli ostacoli del cuore”. Tra questi evergreen però sono stati inseriti anche 3 inediti: “fresh air”, “sometime ago” e “nostalgia”.

Anche qui, nella leonessa d’Italia, la cantante di Monfalcone si esibirà in un duplice concerto. Il primo quello di domani appunto ed il secondo il 16 aprile; i due però non avranno la stessa scaletta e, sopratutto, non avranno nemmeno la stessa atmosfera.

Il concerto di domani (chiamato Ivy 1) sarà interamente nel segno dell’acqua, mentre quello successivo (chiamato Ivy 2) sarà dedicato al segno opposto del fuoco. Restano ancora pochi biglietti a prezzo economico (34,50€) in seconda galleria; chi è interessato si affretti, altrimenti gli resteranno solo quelli a partire dai 46€ per i palchi IV fila o da 69€ i restanti.