Cento candeline per il Brescia. Gli ultras festeggiano

volantino_festa_centenario_brescia.jpgNel 2011 il Brescia Calcio può soffiare sulle 100 candeline poste idealmente su di una gigantesca torta di compleanno, ed era tutto sommato prevedibile che anche gli ultras, in particolare il gruppo “1911” che costituisce il più nutrito ed organizzato gruppo ultras della Leonessa, organizzassero degni festeggiamenti per la ricorrenza.

Così, tra il 20 aprile e il 1 maggio l’area degli spettacoli viaggianti di San Polo, in via Borgosatollo, diventerà il teatro di un via vai di nomi illustri dello sport e della musica, oltre che il cuore pulsante di una città che per i ragazzi in maglia biancoblu con la V sul petto batte ancora molto forte, anche se i campioni alla Baggio o alla Guardiola oggi non ci sono.

La serata inaugurale sarà interamente dedicata alle glorie sportive di questi 100 anni; sul palco, oltre al Presidente Corioni, a mister Iachini ed ai giocatori attuali anche i vecchi campioni che hanno corso su e giù per il Rigamonti decenni e decenni fa.

Poi la musica: tra i tanti il 21 tocca a Tonino Carotone, supportato dai bresciani (e bravissimi “4 axid butchers”), il 27 agli Statuto (che al mondo del calcio hanno dedicato vari pezzi del loro repertorio ventennale), il 29 gli “A toys Orchestra” ed il 30 il padrone di casa musicale: Charlie Cinelli.

Molti anche i momenti di approfondimento, dal film “E’ stato morto un ragazzo” di Filippo Vendemmiati all’incontro  con il padre di Gabriele Sandri, tifoso laziale ucciso da un agente della Polizia con un colpo di pistola all’Autogrill di Arezzo.

Cento candeline per il Brescia. Gli ultras festeggianoultima modifica: 2011-04-15T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento