Il Capitolium torna pian piano a splendere

capitolum.jpgIl Capitolium è il più importante complesso di resti di epoca romana presente in tutta la Lomabrdia. E’ perciò normale che attiri su di sè le attenzioni non solo degli studiosi ma anche dei turisti. Ancor di più se si considera che si trova proprio a due passi (si e no un centinaio di metri) dal complesso di Santa Giulia, molto noto anche fuori dai confini bresciani per aver ospitato e continuare ad ospitare mostre pittoriche di primissimo ordine come le passate su Monet o Van Gogh.

Il Capitolium, chiamato più comunemente Tempio Capitolino, è una costruzione del 73-74 d.C., in piena epoca dell’imperatore Vespasiano e la sua nascita si deve alla volontà dello stesso imperatore di celebrere la recente vittoria delle aquile romane sul generale Vitellio in terra cremonese.

Proprio il Capitolium sta vivendo un importante periodo di restauro delle pareti interne. Il Comune di Brescia ed il Ministero dei beni culturali hanno sottoscritto nel 2008 un accordo che ha portato nel complesso circa un milione di euro per le varie sistemazioni di cui il Capitolium necessitava e necessita ancora oggi in parte. Certo è che i pavimenti e i muri delle tre stanze del Capitolium sono appena stati oggetto di restauri costosi che però sono finalmente riusciti a farlo tornare all’antico splendore.

In primavera poi si dovrebbero concludere anche gli scavi nell’area circostante in modo che, a partire dalla prossima estate, tutta larea del foro romano, quindi il trittico Capitolium-teatro-porticato, potrà ritornare ad essere visitabile dai turisti.

Il Capitolium torna pian piano a splendereultima modifica: 2010-10-25T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento