Se 800 multe in 7 giorni vi sembran poche

eccesso di velocità.jpgIn 7 giorni ben 800 multe. Non sto parlando di un solerte, attento ed intransigente elemento delle forze dell’ordine made in Brescia ma di una implacabile macchinetta “ciucciasoldi” ai poveri automobilisti bresciani (e non solo) che si sono trovati a transitare lungo la strada provinciale 11, uno degli assi portanti del nord italia, all’altezza di Ponte San Marco.

E’ infatti da una settimana che il tanto odiato quanto temuto autovelox è stato posizionato ai bordi della strada di competenza provinciale, mietendo vittime senza sosta e senza pietà. Il record di multe giornaliere se l’è aggiudicato finora domenica scorsa, con la bellezza di 145 vetture pizzicate oltre il consentito. Poco al di sotto i ben 126 veicoli fotografati il sabato.

In quel punto la strada è una sola corsia di marcia, ma si tratta di un rettilineo con visibilità normalmente buona, discreto manto stradale e carreggiata ampia. Il limite di 90 km/h è un taboo facilmente oltrepassabile, anche senza avere necessariamente il piede pesante.

Certo, i 180 all’ora fatti registrare da un’autovettura o i 220 di una motocicletta sono comunque decisamente troppi. Però va anche detto che il posizionare per la prima volta un autovelox proprio in prossimità del ferragosto sembra celare non troppo bene la voglia di “fare cassa” con le multe (che stanno per partire ed essere notificate  proprio in questi giorni).

Se 800 multe in 7 giorni vi sembran pocheultima modifica: 2010-08-13T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

24 pensieri su “Se 800 multe in 7 giorni vi sembran poche

  1. Giusto così , multe a raffica , altro che rettilineo con visibilità normalmente buona, discreto manto stradale e carreggiata ampia. Voglio vederti se ti ti viene addosso qualche pirla a 150 all’ora cosa ne dici poi del limite di velocità!!!
    Rispettate la vita vostra E DEGLI ALTRI .

  2. Caro Enrico, lungi da me autorizzare un limite di 150 km/h. Ho semplicemente detto che in quel punto specifico il limite di 90 km/h è facilmente superabile poichè il tratto di strada ha condizioni da “strada superiore”.
    Se mi venisse addosso un pirla a 150 all’ora non sarei certo felice, esattamente come non lo sarei se andasse anche solo a 90 all’ora. Ho voluto piuttosto sottolineare come mettere l’autovelox in quel preciso punto, nella settimana precedente al ferragosto, svela secondo me la voglia sopratutto di fare cassa più che di prevenire incidenti.
    Per certi aspetti mi ricorda di qualche tempo fà, quando in tangenziale sud venne messo un’autoveloxproprio al termine di una lunga discesa, dove il limite era sempre di 90 km/h. Credo che spesso (non necessariamente nel caso raccontato nel post sopra) i limiti vengano messi a casaccio, o peggio ancora con la consapevolezza che non verranno comunque rispettati, ma non ci si pone mai il problema di farli rispettare realmente perchè se le leggi del codice della strada non venissero infranto il traffico cittadino, intenso come lo è al giorno d’oggi, sarebbe ancora più intasato di ora (che è già insopportabile).
    Spero di essermi spiegato meglio.

  3. Quella è la strada che porta i bresciani al lago di garda, diritta come un chiodo ed è comprensibile che si trascurino i 90 km/h, mettere li un autovelox equivale a fare 6 al super enalotto, metterlo nel periodo più trafficato dell’anno mi fa pensare ad un ennesimo sistema di fare cassa, per carità lungi da me giustificare i 150 km/h ma mi piacerebbe una volta seguire tutti quei benpensanti che scrivono “giusto così, multe a raffica” e vedere se sono sempre così ligi al codice della strada, vedere se non hanno mai preso una multa in vita loro e, nel caso, se sono andati a pagarla col sorriso sulla bocca magari lasciando anche 5 euro di mancia al cassiere

  4. Io son stato “fotograto” 3 volte in quei giorni. precisamente il 31 luglio, il 2 e il 4 agosto. Con 13 anni di patente immacolata quel tratto di strada l’avrò percorso intorno alle 1000 volte. specialmente 3-4 volte a settimana negli ultimi 20 mesi. Il cartello di segnalazione “rivelamento automatico velocità” c’è sempre stato. mi chiedevo però se può essere considerato corretto, anche per una possibile contestazione che sia posizionato esattamente ad un chilometro prima dell’autovelox con varie “distrazioni” nel tratto appunto ad arrivare al rivelatore, come per esempio la corsia di accelerazione per gli automobilisti che si immettono nella SP21 provenienti da Calcinato. grazie.

  5. Buondì a tutti,
    ebbene sono anche io un “taggato” dal famigerato velox di Calcinato.
    Ho voluto informarmi in quanto lo trovo decisamente discutibile per vari motivi:
    in primis è palese che non sia una azione preventiva ma semplicemente un modo per raggiungere il budget annuale di multe,
    secondo poi son anni che ci son i cartelli di avviso (ben distanti) e l’ autovelox è assolutamente invisibile, e da quì è partita la mia indagine.
    Leggendo la legge 2 Ottobre 2007 art a. viene chiaramente espresso che le postazioni di controllo devono essere “preventivamente segnalate e ben visibili” condizione, la seconda, assolutamente non rispettata essendo l’ autovelox installato dietro ad un tabellone a “ponte” lungo la statale.
    Ho proceduto chiamando gli uffici del Giudice di Pace ed oltre ad esser palesemente scoraggiante la procedura mi han fatto intendere che molte contestazioni vengono rigettate senza nemmeno leggerle.
    Allora dovrei arrendermi? Ci penserò, le motivazioni ci son tutte.
    Ps per chi parlava di 150 km/h non ha forse pensato che arrivare in quel tratto a 108 (la velocità contestatami) con le auto di oggi è facile non accorgersene.
    Buona giornata

  6. ciao Christian,vorrei fare ricorso anch’io,,,,,,,,,stesso verbale di data 1 settembre,,,,,,,,,,,,stanco di ingiustizie e furbizie per gli enti pubblici,che servono solo a ingrassare le loro tasche….Mi sai dire cosa si puo’ fare?,Ti lascio la mia e-mail e son disposto di fare o aprire un blog o un forum anti autovelox ,,,,,,,,,,che serve solo a rubare soldi….

  7. Anche io sono stato fotografato ben 6 volte in data 31/07/10, 09/08/10, 12/08/10, 15/08/10, 16/08/10, 20/08/10.

    Fate ricorso citando la non visibilità del dispositivo, io ho documentazione fotografica e video attestanti. Immettendosi da ponte s. marco il segnale “rilevazione elettronica della velocità” è posto sulla rampa di accesso, in curva e non conforme alle disposizioni sulla visibilità.

    Fonti del diritto:

    – Visibilità:

    Legge n. 160 art.1 che converte in legge il DL 117/07 art.3 comma 3-bis

    Parere del Ministero Dei Trasporti

    http://www.motoclub-tingavert.it/ul1009/immagini/2009/03/ministero_c.jpg

    – Ripetizione segnaletica dopo ogni intersezione (dopo la rampa d’accesso di Ponte S. Marco non è ripetuto una volta immessi in tangenziale):

    Decreto del Ministero Dei Trasporti del 15/08/07 art.2 comma 1

    Il velox è cammuffato in un pannello adibito alla segnalazione luminosa e lasciato spento, tra l’altro dopo un tratto stradale in discesa e dopo un immissione con corsia di accelerazione.

    In bocca al lupo.

  8. – Il velox è posizionato pochi metri dopo l’immissione in tangenziale tramite rampa e corsia di accelerazione all’altezza di Ponte S. Marco, data la delicatezza della manovra è violato il

    Decreto del Ministero Dei Trasporti del 15/08/07 art.2 comma 1

    che dispone:

    la distanza tra i segnali o i dispositivi e la postazione di rilevamento della velocita’ deve essere valutata in relazione allo stato dei luoghi

    – contrariamente a quanto prescritto nell’allegato n.1 della direttiva Maroni del 14 Agosto 2009 punto 7.1 pag. 14(3), la postazione di controllo non soddisfa l’obbligo di visibilità essendo cammuffata all’interno di un cartello stradale adibito a segnalazioni con scritte luminose (tipo autostrada) ma lasciato spento.

    – Il segnale che preannuncia la postazione è addirittura collocato su una curva (rampa di accesso alla SP 11), compromettendo in tal modo il principio di trasparenza ed il diritto di informazione che la stessa direttiva Maroni del 14 Agosto 2009 punto 7 pag. 12 ritiene necessario.

  9. Ciao a tutti, pure io sono stato fotografato 3 volte, la prima in agosto e due qui a settembre.
    Dopo 5 o 6 anni che non prendevo una multa… 3 tutte insieme. Ed ho sempre viaggiato parecchio, per lavoro, tra brescia e zona lago.
    Avendo preso la prima ad agosto, le volte successive ci badavo decisamente quando passavo in quel tratto.
    Vi lascio immaginare l’incazzatura quando mi sono arrivate le ultime 2 multe qui a settembre … ma ora capisco, Orlando mi ha illuminato: l’autovelox è poco dopo la rampa d’immissione. Non l’avevo proprio capito né visto.

    Quindi, Orlando e Renato, il ricorso con le dettagliate info che date dovrebbe essere accolto?
    Io lo faccio e vi ringrazione molto per la precisione delle vostre note!

  10. A quanto pare chiedono un contributo unificato di 33 euro + una marca da bollo da 8 per ogni verbale a cui ci si oppone, e questo a fondo perduto.

    Sto valutando con l’avvocato se sia legittimo anche per verbali recanti la medesima violazione rilevata dallo stesso dispositivo.

  11. Aggiungo un possibile ricorso.. mi hanno detto di guardare anche se i cartelli di segnalazione sono di proprietà e installati dalla provincia tempo fà o dal comune, perchè in caso fossero del comune non sono validi alla segnalazione dell’autovelox della provincia.

  12. Pure io sono stato preso,alla velocità di 112 e qualcosa..soprail limite,ok,ma certo nn da creare problemi alla sicurezza delle altre persone(ero solo in tutta la strada)..come posso contattare il prefetto per un ricorso?
    tenetemi aggiornato..grazie:)

  13. Anche io ho preso 4 verbali e anche io vorrei fare ricorso per la mancanza di visibilità cell’autovelox che viola tutte le normative riguardanti il caso.
    Certo scoccia buttare 160 € senza la certezza che il ricorso venga accolto,ma sarebbe ancora peggio se il prefetto lo respinge e ti viene raddoppiato.
    Se qualcuno l’ha fatto e ha già qualche risultato,siete pregati di comunicarlo sul blog.
    Grazie a tutti

  14. Probabilmente per più verbali è possibile vederne annullati tutti ad eccezione del primo,ma senza volervi scoraggiare comunico che i miei due verbali li pagherò e basta. Dopo aver parlato con la segreteria del giudice di pace in sostanza lo scorggiamento a far ricorso è massimo e sembra che la maggior parte vengan respinti senza nemmeno leggerli (parlava di addirittura un 80%!!!!).
    Mi ha scoraggiato a tal punto che preferisco non rimetterci nemmeno le marche da bollo.
    Vi auguro buona fortuna.

  15. il ricorso dal prefetto non costa nulla ma se perdi raddoppia la sanzione (e cmq puoi fare ulteriore ricorso al giudice di pace contro la sentenza del prefetto).

    Il ricorso dal giudice di pace costa 41 € per verbale, vengono respinti la maggior parte perchè la maggior parte non sa come scrivere un ricorso nè tantomeno conosce le norme specifiche a cui appellarsi

  16. Un particolare molto disdicevole è l’autovelox taroccato messo in comune di Travagliato (BS) sulla superstrada che da Lograto va in Val Trompia, al km 20,800. Quello è un’impianto fisso, che tutti i camionisti sanno che c’è, ma che la finanza di Desenzano ed i CC di Brescia, fanno finta di nulla, anzi proprio se ne fregano, e tutti sanno che è taroccato, ma nessuno fa nulla! E’ una vera vergogna, perchè quando ti becchi la “mancia”, quella strada li non la fai più, e preferisci allungare il giro facendo la super-intasatissima tangenziale di Brescia, o fai come i camionisti provenienti da Orzinuovi, i quali allungano un poco la strada e rientrano in quella supestrada dopo Rovato, lasciando quel pezzo spopolato di auto e di camion! A me han dato la contravvenzione dicendo che la mia velocità era di 78 km./ora, cioè 3 km. in più del consentito, anche se, conoscendo quel tratto di strada, non guidavo oltre i 65/ora, in un pezzo di strada con max velocità di 70km/ora!
    Come fai a dimostrarne il contrario? In quei pochi km., la strada passa all’improvviso dai 90 km./ ai 30 km./ora, poi torna ai 70km/ora, poi di nuovo ai 30km/ora, ecc., senza un fondato motivo, visto che nella posizione di maggior pericolo, hanno sistemato una grande rotonda, che se la fai ad 80 all’ora, ti imbarchi senz’altro! Li non si prendono multe se vai a 150 all’ora…. ne bastano 36 all’ora per pagarla! Quella strada è soprannominata:”èl trapulin dei ratc” cioè il trappolino dei topo, e serve solo a far cassetta…. con oltre 4.000 multe al mese!!! Ma se un pò tutte le amministrazioni ci guadagnano… chi va a contestarle???
    Quella è chiamata pure “La strada delle 5 giornate di vergogna di Brescia”… ma tutti pagano…e nessuno contesta mai, anche se l’autovelox dichiarato è il modello 512, il famigerato ed ormai conosciuto cone… super-taroccato!
    I camionisti bresciani vorrebbero organizzare una o più giornate di protesta (Credo appena dopo il ferragosto, al momento del grande rientro dalle ferie estive!). La protesta si farà non correndo oltre i 30 km/ora, per tutto il tratto da Bagnolo Mella fino a Gardone Val Trompia! Si formerà così una grossa coda fino ai confini dell’Austria!!! è l’unico rimedio per far controllare quell’imbroglio di autovelox. ed io sarò senz’altro della partita… e voi???
    .

Lascia un commento