Brescia: ancora niente A

iachini.jpgUn’attesa che è durata tanto, troppo per un cuore biancoblu, e che ancora non è giunta al termine purtroppo. Dopo aver sofferto tutti questi anni nella serie cadetta con delusioni anche cocenti (come la sconfitta in finale dei play off dell’anno scorso contro il Livorno) la promozione di quest’anno acquista sfumata all’ultima giornata sa di beffa. L’ennesima.

L’ultima giornata della stagione giocata ieri ha così decretato che le rondinelle avranno bisogno di giocare nella roulette dei play off anche quest’anno per conquistare l’ultimo biglietto valido per il salto di categoria. Infatti con la sconfitta del Brescia a Padova, con il pareggio del Lecce in casa sul Sassuolo e con il Cesena che vince a Piacenza, la Leonessa d’Italia non ha ancora la sua squadra nella massima serie del calcio italiano.

Sfortunati i 2400 breciani che alla fine sono riusciti ad avere un biglietto per la partita; soprattutto perchè non possono dire di essere stati tra i pochi bresciani che presenti quando espugnato l’Euganeo. Già, perchè anche la storia sembrava giocare contro il Brescia: su 23 gare disputate in terra patavina solo 2 volte le rondinelle erano riuscite ad imporsi. Inoltre per 14 gare consecutive, dal 1941 al 1990 i biancoblu non sono mai riusciti a buttare la palla in rete. Padova sembrava stregata, e anche ieri lo è sembrata. Da oggi al Brescia non tocca altro che prepararsi al meglio per i play off; mercoledì c’è il Cittadella, ancora in terra patavina. Sembra alla portata delle rondinelle, ma anche il Padova lo era.

Brescia: ancora niente Aultima modifica: 2010-05-31T09:20:33+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento