Paura a Brescia per un treno carico di Gpl non segnalato

gpl.jpgPer circa una giornata a Brescia si sono vissuti attimi di tensione e di vera e propria paura. La causa scatenante è stata un treno che trasportava alcune grandi cisterne contenenti Gpl e che era stato lasciato “in deposito” in un piccolo scalo per la bassa velocità nei pressi dell’incrocio tra Via Dalmazia e Via Orzinuovi.

A preoccupare un pò tutti era stato soprattutto il fatto che il treno, proveniente dalla Francia e diretto verso il Friuli, una volta fermatosi a causa di un gusto alla motrice era stato praticamente abbandonato nello scalo ferroviario senza che nessuno si fosse poi preoccupato di mettere in sicurezza la quindicina di cisterne, che peraltro si trovavani a poca distanza anche da un piccolo centro commerciale (quello della mediaworld per intemderci) e senza che nessuno si preoccupasse di avvisare le autorità del contenuto che veniva trasportato nelle cisterne.

La situazione è stata acuita anche dal ricordo che ancora tutti hanno della tragedia che si consumò a Viareggio solo pochi mesi fà, quando l’esplosione delle cisterne di Gpl trasportate con un treno all’interno della stazione ferroviaria toscana provocò decine di morti e la distruzione dei palazzi adiacenti allo scalo.

I più informati inoltre temevano che potesse capitare ciò che solo pochi giorni prima era accaduto anche nella vicina Verona, quando dalle cisterne di Gpl ferme in stazione era iniziato a fuoriuscire del carburante.

Fortunatamente lunedì sera, dopo quasi 24 ore di giacenza nello scalo bresciano il treno ha preso finalmente la volta del Friuli, per la gioia di tutti.

Paura a Brescia per un treno carico di Gpl non segnalatoultima modifica: 2010-02-10T08:00:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento