Ai clienti delle lucciole confiscata l’automobile

prostituzione.jpgUn nuovo, strettissimo ed assai incisivo giro di vite quello che si sta prospettando a Brescia. La Giunta guidata dal Sindaco Paroli ( e del vicesindaco Rolfi) sembra infatti aver preso di mira le lucciole ed i clienti delle stesse.

Qualche mese fa fece già discutere la decisione di sanzionare amministrativamente con una multa di 500€ i signori che decidevano di usufruire dei “servizi” che le prostitute offrivano lungo le strade del capoluogo lombardo.

Ora un nuovo attacco, se possibile ancora più deciso; il vicesindaco leghista Rolfi ha annunciato che le forze dell’ordine della polizia municipale di Brescia provvederanno in futuro a sequestrare le automobili di coloro che verranno pizzicati in compagnia di prostitute o transessuali nel comune di Brescia. Non paghi di ciò, i vigili urbani avranno anche il potere di requisire alle persone dedite al meretricio anche l’incasso ottenuto da quella attività.

Peccato che in tutta questa situazione di sequetri e confische manchi anche solo un minimo inasprimento di sanzioni (o di attività preventivo-investigative) nei confronti di chi questa situazione la sfrutta appieno sfruttando spesso giovani ragazze africane o dell’est europa.

Ai clienti delle lucciole confiscata l’automobileultima modifica: 2010-01-20T08:00:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento