La valle di mompiano non vale 2mila Euro

rifugiomompiano.jpgDopo le grandi abbuffate natalizie, che richiederanno sforzi fisici notevoli per smaltire l’eccesso di calorie ingurgitate, vorrei porgere l’attenzione su una piccola disavventura per una delle associazioni bresciane più attive nel campo del volontariato, nonchè di una delle più numerose e famose per il suo impegno, sopratutto ambientale.

Si tratta dell’associazione “Gnari de Mompià” (traduzione: Ragazzi di Mompiano, dove Mompiano è una zona settentrionale di Brescia). L’associazione ha come scopo principale la tutela ambientale della zona ancora boschiva del quartiere di Mompiano e per farlo gestisce anche un rifiugio (a prezzi bassissimi) che dista circa un ora di strada a piedi dalla fine dell’abitato.

All’inizio di dicembre il rifugio (in foto) era stato incendiato dolosamente da persone ancora sconosciute, che hanno “rivendicato” il gesto firmandosi con una scritta incompresnibile seguita da una croce celtica sul muro esterno dell’immobile. Poi, a distanza di nemmeno un mese, l’amministrazione comunale di Brescia ha deciso bene di far sentire la propria vicinanza alle centinaia di persone impegnate nell’associazione negando il consueto contributo (che in realtà è un’elemosina) di 2.000€  l’anno quale “corrispettivo” per la pulizia che l’associazione faceva con rigore dei sentieri n.10 e n.16, situati proprio all’interno dell’ampia zona boschiva che circonda il rifugio.

Fortunatamente i membri dell’associazione hanno saldi principi morali che stridono a volte con la tirchieria delle amministrazioni pubbliche che dovrebbero sostenerli, ed hanno perciò deciso che si faranno carico ugualmente della pulizia della valle di mompiano.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito dell’associazione: www.gnarimompia.it

La valle di mompiano non vale 2mila Euroultima modifica: 2009-12-28T08:00:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento