Sulla panchina del Brescia arriva Iachini: le cose miglioreranno?

iachini-2722992.jpgQuattro vittorie, un pareggio e tre sconfitte; tredici punti in tutto ed il quarto posto in classifica (insieme ad altre 5 squadre) a meno 4 dalla vetta. Un inizio di campionato 2009-2010 non entusiasmante per il Brescia Calcio, ma nemmeno da buttare dopotutto. C’erano ancora ampi margini di per poter rimediare e acciuffare finalmente la serie A per il tecnico Cavasin.

Già, c’erano. Perchè la partita in casa con il Vicenza (sconfitta per 1 a 0) gli è costata la panchina, e così i margini si sono cristallizzati e resteremo tutti con il dubbio.

Il Presidente del Brescia Calcio Gino Corioni ha preso male la sconfitta con i biancorossi veneti e ha preso, per l’ennesima volta (l’ottava se non sbaglio) in questi ultimi anni, la decisione di cambiare il direttore d’orchestra della squadra. Al posto di Cavasin (che l’anno scorso aveva comunque raggiunto la finale dei play off per la serie A, perdendo con il Livorno) in panchina siederà dalla prossima giornata Beppe Iachini.

Iachini poco più di un anno fa è stato protagonista della promozione del Chievo nella massima serie italiana e Corioni spera che, anche forte dell’esperienza maturata gli anni passati nella serie cadetta, il neotecnico bresciano possa ripetersi già a partire da quest’anno.

Un dato fin’ora è certo: 8 allenatori cambiati in 5 anni. Corioni si sta sempre più Zamparinizzando. E la cosa non mi piace.

(foto tratta da ww.sport.it)

Brescia: spettacoli e mostre sold out per la notte bianca, ed i negozi restano chiusi

notte_bianca_brescia_2009.jpgNon c’è che dire, l’affluenza di bresciani (e non) per la notte bianca di sabato è stata fuori dal comune. Pur arrivando presto la quantità di auto parcheggiate in ogni dove non mi ha lasciato fin da subito nessun dubbio. Così, mi sono armato di pazienza e di scarpe comode e mi sono fatto una discreta passeggiata per raggiungere il centro cittadino.

Qui ho trovato un vero fiume di persone che occupavano in particolare le 3 principali piazze cittadine: piazza Loggia, piazza Duomo (ma qui la gente era venuta per le bancarelle tedesche e austriache) e piazzale Arnaldo, una volta tanto non preda dell’aperitivismo snob bresciano.

Ciò che però più di ogni altra cosa mi ha colpito è stata l’impressione di una città che si risveglia da un lungo letargo per partecipare a qualcosa che sia di spiccato senso culturale e non solo commercial-botteghiero.

Già perchè chiunque fosse a Brescia sabato sera se n’è reso conto: migliaia di persone che passeggiavano, si fermavano a guardare artisti che si esibivano in strada (a proposito, ottimo davvero il gruppo dei beatlesiani in piazzetta vescovado, oltre naturalmente a Renga), entravano nei luoghi più o meno classici di esposizione di mostre (dal museo Santa Giulia fino ad alcune chiese del centro) o comunque osservavano opere d’arte esposte en plain air (molto belle quelle di Anna Gabbiani e Rita Siragusa nella rassegna “Arteingenua”).

Poi, diciamocelo in tutta franchezza, con i negozi chiusi non c’era nemmeno la tentazione dello shopping notturno a fare da concorrente.

Nuova stagione teatrale del CTB: tante le proposte, tutte interessanti

alessandro-haber.jpegE’ uscito il nuovo calendario della stagione teatrale del CTB (Centro Teatrale Bresciano), che anche quest’anno, come ormai è abitudione, sa stupire con moltissimi spettacoli che svariano su più generi e che possono incontrare i gusti di tutti.

La programmazione inizierà il 18 novembre e si concluderà probabilmente il 18 aprile. Tutti gli spettacoli sono stati suddivisi in 4 tipi di abbonamento a seconda del genere: Stagione di prosa (15 spettacoli), Serie azzurra (8 spettacoli), Serie gialla (8 spettacoli) e Altri percorsi (9 spettacoli).

La programmazione della stagione teatrale, che si svolgerà quasi tutta al teatro Sociale ad eccezione di qualche rappresentazione al teatro Santa Chiara, prevede i seguenti spettacoli:

IFIGENIA

L’AMANTE

BENVENUTI IN CALIFORNIA

LA PRESIDENTESSA

PLATONOV

ROMOLO IL GRANDE

LA LOCANDIERA

ZIO VANJA

OTELLO

LA SIRENA

IL PAESE DEGLI IDIOTI

IL MALATO IMMAGINARIO

TRAMONTO

NUVOLE

SEMPLICEMENTE COMPLICATO

IL SIGNORE DEL CANE NERO

ROMAN E IL SUO CUCCIOLO

NEMICO DI CLASSE

LE SIGNORINE DI WILKO

PENSACI GIACOMINO

Nell’arco di tutta la stagione insomma si alterneranno grandi testi opera di grandi autori ( Friedrich Dürrenmatt, Checov, Harold Pinter, Carlo Goldoni), recitati da cast di tutto rispetto tra cui spiccano le presenze di Alessandro Haber (sempre molto apprezzato a Brescia) e Stefano Santospago. Uno spettacolo (Roman e il suo cucciolo) vedrà addirittura la regia del famosissimo Alessandro Gassman, figlio del grande Vittorio.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito ufficiale del CTB: http://www.ctbteatrostabile.it/