Brescia ai primissimi posti per le carceri sovraffollate

prison.jpgIeri mattina, mentre mi stavo preparando per andare al lavoro mi è capitato di sentire alla radio una notizia che, a dire il vero, non mi ha colpito più di tanto. Ed è proprio questa la cosa che mi ha fatto riflettere, perchè sembrava che il giornalista stesse snocciolando dati da “pianeta alieno”.

L’argomento dell’articolo radiofonico erano le carceri sovraffollate in generale, con un accenno a Brescia come una delle 3 situazioni più critiche di tutto il paese.

Sarà che sono abituato per mestiere, sarà che dopo un pò a certe cose ci si fa il callo, sarà forse colpa d’altro, comunque quella notizia mi ha fatto un po’ riaprire finalmente gli occhi su quella che è una situazione davvero pesante da sostenere.

Sentire parlare di 8000 persone quando la capienza “regolamentare” è di 5000 può anche colpire, ma poi vedere realmente le condizioni di
quegli 8000 è tutta un’altra cosa. Ancora di più se si pensa che buona parte (non ho la percentuale esatta, ma stando bassi direi almeno il
30-35%) della gente in carcere non è ancora stata condannata definitivamente oppure ha commesso piccoli reati per cui il carcere
non sarebbe nemmeno previsto, ma a causa della propria condizione di irregolare (e quindi dell’elevato pericolo, presunto, di fuga) si trova dietro le sbarre.

Non spetta a me trovare soluzioni, anche se qualche idea ce l’ho. Spetta al Governo. Anzi, è spettato a tutti i Governi degli ultimi 25 anni. Evidentemente con scarsi risultati.

Brescia ai primissimi posti per le carceri sovraffollateultima modifica: 2009-09-11T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento