Niente ampliamento per la Moschea di via Corsica

islam.jpgMolti sono stati i distinguo e molti i punti di discordanza, ma alla fine quasi l’unanimità del Consiglio Comunale di Brescia si è espresso per il NO all’ampliamento della moschea di via Corsica, una vecchia cascina stretta tra via Corsica appunto e la tangenziale sud di Brescia, fresca di rifacimento ed ampliamento del manto stradale.

La richiesta di ampliamento era arrivata dall’associazione Al Waqf al Islami Onlus, motivata soprattutto dall’inadeguatezza dei locali per il numero elevato di fedeli che la frequentano il venerdì oppure nei giorni del Ramadan. Va infatti ricordato che la provincia di Brescia che conta circa un milione e 200mila residenti, ha una percentuale di immigrati, in buona parte di fede islamica, che si aggira attorno al 15%, con punte, a seconda delle zone, anche del 20-25%; e va altresì ricordato che la situazione attuale è assai disagevole sia per i fedeli musulmani che devono raggiungere la moschea, sia per i residenti cittadini della circoscrizione sud, che nelle giornate sopra ricordate vedono aumentare esponenzialmente il traffico nella loro zona, con tutto ciò che tale incremento comporta.

Come già detto diamo un occhio alle diverse motivazioni che hanno portato il Consiglio Comunale ad esprimersi in senso negativo all’ampliamento. Le ragioni “tecniche” sono state 2: l’ampliamento non sarebbe comunque sufficiente a garantire spazi sufficienti al numero dei fedeli, ed inoltre sarebbe in aperto contrasto con i vincoli di rapporto tra edificato e aree per il parcheggio. Fino a qui tutte le forze politche erano d’accordo.

Ora però le differenze. Da un lato la Lega Nord ha fatto pesare all’interno della maggioranza le proprie posizioni, fortemente ideologiche (e chiare fin dalla ultima campagna elettorale) sulla questione. Dall’altra il PD, che ha chiesto tramite una mozione (bocciata) che la Giunta si impegnasse a trovare una soluzione più comoda. In pratica una nuova sistemazione. La terza posizione mostrata è stata quella della Sinistra Arcobaleno, che si è semplicemente astenuta.

Nella discussione l’unico modo ipotizzato, ma per ora ben lontano dall’essere realizzabile nel breve periodo, per poter risolvere la questione è stato quello di spostare la moschea al di fuori dai confini cittadini, in uno dei paesi dell’hinterland.

Niente ampliamento per la Moschea di via Corsicaultima modifica: 2009-07-29T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento