L’estate al parco

parco.jpgIn estate in città il caldo e l’afa sono particolarmente fastidiosi, lo sappiamo, per fortuna Brescia è  ricca di spazi verdi, dove cercare un po’ di sollievo e di arietta fresca.
Sono tanti i parchi cittadini, come ad esempio il parco Tarello, a Brescia 2, inaugurato due anni fa, che ricopre 10 ettari di superficie con prati, piante, vasche d’acqua, anche se forse per il momento è ancora un po’ sguarnito, il parco Zarz, con giochi per i bambini, campo di calcetto e di pallacanestro,  il parco Castelli che ha anche i campi da bocce, tavolini e pergolati, il parco Ducos con il laghetto e le paperette e molti altri anche più piccoli ma non meno gradevoli.
Tradizionalmente ai parchi vanno le mamme o le nonne con i bambini, gli anziani che si siedono a chiacchierare sulle panchine, i fidanzati in cerca di un angolo riservato, i ragazzi a giocare dopo la scuola. In quelli più grandi anche famiglie a fare pic-nic o a prendere il sole sull’erba.
Ultimamente però pare che i nostri concittadini vadano sempre meno ai parchi, forse preferiscono il lago, e che i parchi siano frequentati soprattutto da  stranieri. È vero? Cosa ne pensate?

(foto comune di Brescia)

L’estate al parcoultima modifica: 2009-07-08T08:38:00+02:00da VirgilioBrescia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento