Festa di S.Faustino, come riscoprire i patroni

sanfaustino.jpgPer molti bresciani questa settimana sarà una “settimana corta” di lavoro. Venerdì infatti arriva la festa dei Santi Faustino e Giovita, patroni della Leonessa d’Italia.

Oltre alle tipiche attività di celebrazione del momento, dalle più solenni e religiose alle più profane bancarelle del centro storico, quest’anno si potrà anche riscoprire il lato storico ed artistico della ricorrenza.

Dopo le prime 2 giornate del 9 e del 10 febbraio, la prossima domenica alle ore 16:30 sarà possibile effettuare una particolare visita guidata alla chiesa di San Faustino Maggiore.

I Santi Faustino e Giovita (che la tradizione vuole come salvatori della citta quando nel 1438, apparendo sugli spalti cittadini, aiutarono i bresciani a respingere le truppe milanesi) godo infatti in città di un tempio asssai valido dal punto di vista artistico, dove peraltro riposano tutt’ora i corpi dei santi.

Nella visita guidata (costo 5€, necessaria la prenotazione tramite info@scopribrescia.com) si ripercorrerano le fasi costruttive di questo santo luogo dalle sue antiche origini come chiesetta di S. Maria in Silva, alla traslazione dei corpi dei santi, la grande epoca del vescovo Ramperto, fino ai rifacimenti degli ultimi secoli.

Un Halloween ricco di feste

halloween.jpgAbituiamoci. Oramai anche da noi Halloween è diventato una ricorrenza. O meglio un’occasione per fare una festa in più nell’arco dell’anno.

Brescia non è certo l’eccezione e infatti, in vista della notte delle zucche, si è data appuntamento con mille feste e concerti sparsi un pò ovunque. Eccone alcuni:

– LEEROY THORNHILL (ex Prodigy) – dj set @ Latte+ Live (ingresso con prevendita 10€)

– INDIE IS NOT DEAD & THE FOGGY MIND – dj set @ Lio Bar (ingresso gratuito)

– ALESSANDRO “ASSO” STEFANA (co-produttore e co-autore di Vinicio Capossela) live @ Articiòc (Montirone) (ingresso 10€)

– RENE’ & MARCO SOLFORETTI – dj set @ Vinile 45 (ingresso 13€ in maschera, 15€ senza, riservato ai soci ANSEL)

– “TAKE THE CASTLE 2” ANTONIO SORGENTONE – live @ Stilemio (presso il Castello di Gorzone a Darfo Boario Terme)

– DELLINO FARMER E PIERGIORGIO CINELLI – live @ La Vigna (Roè Volciano) (ingresso libero)

– JEAN LUC-STOTE – dj set @ Carmen Town (ingresso gratuito)

– BEPPE ORIZZONTIdj set @ Caffè Letterario Primo Piano (ingresso riservato ai soci Arci)

– NANA BANG!live @ Enosteria (ingresso riservato ai soci Arci)

Opera in festa a Brescia

teatro grande brescia.JPGTutto in una sola giornata, ma che giornata! Per sabato 22 settembre la Fondazione del Teatro Grande di Brescia ha organizzato quella che è la vera novità della stagione 2012/2013: la Festa dell’Opera.

In una sola giornata, quella del 22 settembre appunto, la città di Brescia verrà invasa pacificamente dal mondo dell’Opera, non solo all’interno del Teatro Grande, luogo per eccellenza deputato a questo tipo di attività, ma anche per le vie e nelle piazze cittadine.

Dalla mattina e fino alla sera a mezzanotte sarà tutto un susseguirsi di eventi ed appuntamenti che in alcuni casi, come quello di un duo jazz, esulano dal tipico ambito operistico. Ad ogni modo la parte da leone saranno la trentina di canti lirici e l’enseble di archi e fiati.

Per la serata la città sarà divisa in 2 zone: una zona rossa (che richiama la passione della Carmen) ed una zona oro (in onore della Tosca).

Il fittissimo calnedario d’eventi, che si snoderanno sopratutto per il centro cittadino, ma che non mancheranno di toccare anche zone più periferiche, è consultabile sul sito del Teatro Grande.

Addio 2011, benvenuto 2012. Voi come festeggiate?

capodanno, 2012, omar pedrini, festa, cenone, san silvestroOggi per me è l’ultimo giorno di lavoro di questo 2011. E come me anche per buona parte dei bresciani. I più fortunati si stanno godendo le vacanze natalizie da una settimana, altri invece, eccetto i giorni di stretta festività (e forse neanche quelli) non hanno praticamente mai smesso di lavorare.

Devo ammettere che un po’ mi dispiace salutare questo 2011. Dal punto di vista personle è stato un anno pieno di belle novità in tutti i campi. Spero a questo punto che il 2012 non sia da meno.

Nel frattempo mi sto organizzando per dare un degno saluto all’anno che se ne va. Per motivi vari non potrò seguire la ciurmaglia di amici che stasera parte in direzione della montagna, ma non per questo mi sento moralmente abbattuto. Il territorio bresciano sa garantire ottime possibilità di intrattenimento per la notte di San Silvestro.

Ad Iseo ad esempio, in piazza Garibaldi, la serata sarà animata non-stop da Radio Number One e da Omar Pedrini, il cui concerto inizierà alle 23 circa. Ovviamente tutti i localini del centro rimarranno aperti.

Sono pronto però a scommettere che, visto anche il periodo economicamente non troppo florido, mai come quest’anno le cene a casa tra amici faranno la parte del leone. E questa, molto probabilmente sarà anche la mia scelta finale. Dopotutto cosa manca quando si ha la pancia piena, un tetto sulla testa e gente a cui vuoi bene che ti circonda?

Brescia saluta il 2010

450635_happy_new_year_3.jpgQuestione di poche ore e potremo salutare questo 2010. Com’è stato il vostro? Spensierato, felice, triste? Il mio, per quanto possa importare, sopratutto impegnativo. In ogni caso, sia che vi sia piaciuto sia che non vediate l’ora di chiudergli la porta in faccia, questa sera sarà il momento di voltare pagina sul calendario ed entrare nella seconda decade del millennio.

Anche a Brescia, come del resto in ogno altra parte d’Italia, i modi per salutare il 2010 non mancano. Buona parte dei bresciani resterà con gli amici, magari con una bella cena in casa (viste le ristrettezze economiche del momento) che spesso assume i contorni di un “richiamino” dei pasti natalizi appena trascorsi. Altri, certamente una minoranza, lascerà la propria casa e si dirigerà chi all’estero, chi in paesi esotici a godersi il sole ed il caldo e chi infine inaugurerà il 2011 in montagna magari con una bella sciata.

Per chi purtroppo non potrà trascorrere altrove questo Capodanno ecco alcune interessanti proposte  a due passi da casa. A farla da padrone a Brescia e provincia è la formula cena+ingresso in discoteca (non il mio genere, ma qui va per la maggiore), così ad esempio il Pagodino (zona Castello) propone una cena a 80€, mentre il solo ingresso in discoteca costa 30€. Il Circus Beat Club (che apre i battenti alle ore 23 per permettere una cena a casa o da qualche altra parte) prevede biglietti d’ingresso da 20€ in prevendita e 25€ se acquistati sul posto. Il Papero e Fragole chiede invece un contributo di 85€ per cena più discoteca. Chi invece non è tipo da discoteca può orientarsi verso la Latteria Molloy o il Vinile 45. La prima non ha costi d’ingresso (!) se non la sottoscrizione della tessera Uisp (da richiedere preventivamente a latteria.molloy@gmail.com) e farà suonare sul suo palco Monolithic, Halloweem trash party e la Cassonetto crew per il djset. Al Vinile 45 toccherà a Marco Obertini ed al suo dj set (ingresso gratuito previa presentazione di tessera arci, sottoscrivibile anche in loco).

Qualunque sia la vostra scelta sul questo Capodanno vi auguro un 2011 splendente e ricco di soddisfazioni. Ci risentiamo l’anno prossimo.

“Famiglia in festa” a Brescia

famigliainfesta.jpgPiù di 250mila visitatori. E’ questo il risultato che sperano di raggiungere gli organizzatori per la seconda edizione di “Famiglia in festa”, in scena in questi giorni e fino al 13 dicembre presso i padiglioni di Brixia Expo. Va detto che i primi giorni di apertura hanno contribuito a rafforzare l’idea che il risultato sia decisamente alla portata.

La fiera pone decisamente al centro le necessità del nucleo familiare, con un occhio di riguardo (e forse anche qualcosa di più) ai più piccoli. Sono tantissime infatti le occasioni per far divertire i bambini, dai gonfiabili alla “new entry” del villaggetto di natale appositamente creato.

Le aree più frequentate, almeno dai maschietti, sono però quelle sportive: calcio, pallacanestro, volley e perfino rugby. Le femminucce sono invece più attratte dalle aree dedicate alla danza, insieme a quelli di psicomotricità e al “gioca-yoga”.

Non potevano anche mancare i videogiochi e tutti i giochi elettronici, presi letteralmente d’assalto dagli adolescenti. Chi si sente artista invece potrà approfittare degli spazi dedicati ad imparare a dipingere con le tempere o creare con la creta.

Per i genitori invece sono previsti momenti formativi, incontri e dibattiti sulle migliori tecniche educative e per migliorare il rapporto con i figli, di pari passo con altri momenti più frivoli come i corsi di manualità.

L’ingresso è gratuito per i bambini fino ai 14 anni anni, di 2€ per i ragazzi dai 14 ai 18 anni, 7€ per gli adulti. Le famiglie composte da 2 adulti e 2 bambini hanno la possibilità di entrare a soli 10€.

 

Festa della Radio: si chiude con Africa Unite e Baustelle

baustelle.jpgNon c’è che dire. Questa è stata davvero una grandissima settimana musicale alla Festa di Radio Onda d’Urto. Ieri sera Nina Zilli, una voce fantastica. L’altro ieri i 3 Allegri Ragazzi Morti, carichi come non me li aspettavo. Martedì i meravigliosi Nofx, solamente un’oretta e mezza di concerto, ma che spettacolo! C’erano più di 8mila persone a sentirli, cosa mai vista alla festa di radio Onda d’Urto. Forse il punk non è ancora deceduto del tutto.

Adesso cosa ci riservano questi ultimi 2 giorni? Altre 2 grandissime band italiane. Questa sera tocca ai migliori (almeno per me) interpreti della musica reggae nostrana: gli Africa Unite. Bunna, Madaski e compagni, in giro per la penisola e oltre dal lontanissimo 1981, continuano ad essere fedeli alla linea e a riproporre quel pizzico di Giamaica che, visto l’afa bresciana di questi giorni, non sembra essere poi così distante da noi. Ingresso con sottoscrizione da 10€ a partire dalle ore 19.

Sabato invece grande chiusura dell’area feste di via Serenissima. A spegnere le luci sul palcoscenico principale arrivano i Baustelle, prestigiosissima rock band italiana che con i suoi ultimi 2 album (“Amen” e “I mistici dell’Occidente”) ha guadagnato sempre più larghe fette di pubblico, riuscendo nel frattempo nel non facile compito di ricevere gli apprezzamenti della critica. Ad aprire il loro concerto un’altra nota indie rock band: i torinesi Perturbazione. Ingresso con sottoscrizione da 15€ a partire dalle ore 19.

Festa di Radio Onda d’Urto: manca poco al via

nofx.jpgPuntuale come il più classico dei temporali estivi che serve a dare un pò di meritata frescura arriva anche quest’anno la Festa di Radio Onda d’Urto, conosciuta in realtà dai bresciani come “festa della radio”, senza bisogno di specificare quale sia.

Anche quest’anno, nonostante le ritrosie iniziali da parte dell’amministrazione comunale, è stata concessa l’ormai consueta area feste di via Serenissima, zona S.Eufemia. Anzi, dopo un lungo braccio di ferro è stato firmato un accordo triennale con la radio per quell’area.

La festa di Radio Onda d’Urto è probabilmente l’evento musicale più importante del bresciano; anzi, a dire il vero si tratta di una serie lunghissima di eventi perchè quest’anno la festa inizia il 12 agosto e terminerà il 28. Si tratta di 16 giorni di concerti di prim’ordine, con una settimana conclusiva da leccarsi i baffi (sopratutto per NOFX e Baustelle). Per la precisione, e solo citando alcuni di quelli che si esibiranno sul palco principale:

12 agosto: Calibro 35

13 agosto: direttamente dalla Giamaica, Anthony B

14 agosto: Tying Tiffany

15 agosto: Teatro 19

16 agosto: Buzzcocks

17 agosto: Alborosie

18 agosto: la band lanciata da Spreengsteen, i Gaslight Anthem

19 agosto: sulle ceneri dei Prozac+, i Sick Tamburo

20 agosto: Teatro degli Orrori

21 agosto: 99 Posse

22 agosto: Big D the kids table

23 agosto: Andrea Rivera con il suo spettacolo “me li suono e me la canto”

24 agosto: i grandissimi NOFX

25 agosto: Tre allegri ragazzi morti

26 agosto: Nina Zilli

27 agosto: Africa Unite

28 agosto: gli headliner italiani della festa, i Baustelle

Neanche una sera di pausa insomma, e neanche una sera in cui ci si possa annoiare. I biglietti variano dai 3€ ai 15€, a seconda della serata. I cancelli verranno aperti alle ore 19:00. Non sono previste le prevendite. I biglietti si acquisteranno direttamente all’ingresso sera per sera. E’ comunque possibile sottoscrivere l’abbonamento per poter entrare ogni sera alla festa al prezzo ridotto di 35€.

Per ulteriori info è possibile consultare il sito: http://festaradio.org

Gnari de Mompià: una festa alla faccia della Loggia

rifugiomompiano.jpgE’ iniziata sabato la nove giorni di festa organizzata dall’associazione “Gnari de Mompià” (trad: ragazzi di Mompiano) al parco Castelli. I festeggiamenti proseguiranno fino allla prossima domenica, l’11 luglio.

Il programma della festa è assai variegato e comprende cinque concerti, un coro lirico, una biciclettata, un ballo latino e tanti dibattiti. Insomma non ci si annoierà.

La festa torna dopo qualche anno perchè, come ha detto il Presidente dell’Associazione, la volontà di mantenere aperto il bellissimo rifugio (in foto) oggi gestito dall’asociazione sui montimompianesi nella zona della ex-polveriera. Già, perchè fin’ora l’attività del gruppo è stata sempre sostenuta dalla Loggia; oggi invece l’Amministrazione bresciana si è dimostrata meno vicina, specialmente con le parole dell’assessore Vilardi che ha mostrato di considerare l’attività dell’associazione più un’attività commerciale che di volontariato. Come se dal gestire il rifugio si potessero guadagnare grandi cifre in grado di ricompensare il lavoro svolto.

Giovedì, serata dedicata al tema “La città nell’intimo della natura” erano stati invitati anche il Sindaco Paroli e l’assessore Vilardi. L’invito è però caduto nel vuoto perchè entrambi hanno fatto sapere che non potranno essere presenti.

Motivo in più per far sentire la vicinanza di tutti noi all’associazione “Gnari de Mompià”, che come poche altre si batte con serietà per una seria riqualificazione dell’ex polveriera di Brescia. fregandosene delle amministrazioni, sapendo che quelle passano ma Brescia e i suoi cittadini restano.

Per ulteriori informazioni: www.gnarimompia.it

A Sale Marasino rievocazione medievale

rievocazione medievale sale marasino.jpgUn fine settimana all’insegna del medioevo in quel di Sale Marasino, piccola cittadina abbarbicata e paciosa sul lago d’Iseo. In questo (si spera) assolato weekend primaverile infatti sarà la volta della rievocazione storica “Rivive L’Antica Valeriana”, che prende il nome proprio dalla strada Valeriana che dall’anno 1000 circa collega la zona meridionale del sebino bresciano a quella settentrionale, partendo da Pilzone (frazione di Iseo) ed arrivando fino a Pisogne.

Più di 150 figuranti in costume, 25 artigiani alle prese con i mestieri dell’epoca, e poi falconieri, arceri e sbandieratori. Un foltissimo gruppo di persone con la volontà di far rivivere in prima persona le ambientazioni e le atmosfere del periodo tra il 1200 ed il 1300. Ci saranno poi le cornamuse medievali, i canti gregoriani (ad opera del “coro del sebino”) e i cibi tipici dell’epoca nelle varie aree ristoro, allestite anche nelle corti delle case più antiche della zona. Insomma, gli ingredienti per un qualcosa di diverso dal solito weekend sul lago ci sono tutti.

Ecco comunque il programma dettagliato di questo fine settimana a Sale Marasino:

Venerdì 21 maggio, alle ore 20.00 nella ex chiesa dei Disciplini la “Cena con delitto alla corte medievale”. Posti limitati.

Sabato 22 maggio, alle ore 19.30 la Santa Messa in lingua latina al Santuario di Gandizzano; alle 20.20 la cena medievale con figuranti in costume e alle ore 22.30 lo spettacolo pirotecnico.

Domenica 23 maggio, dalle ore 10.00 alle 21.00 tutto il percorso dell’Antica Valeriana sarà animato da cavalieri, musici, sbandieratori, frati, armigeri, artigiani, contadini e molto altro ancora.

Per informazioni è possibile telefonare ai numeri 329-4313501 e 338-3293378.