Pete Doherty in concerto a Brescia

doherty.jpgUn nome che fa discutere e che spesso finisce sulle copertine delle giornali non tanto per le capacità o le imprese canore quanto piuttosto per la propria vita privata, ma che di privato finisce spesso per avere ben poco.

Sto parlando di Pete Doherty, leader del gruppo rock dei Babyshambles e, prima ancora, dei The Libertines ed ora approdato anche ad una carriera da solista.

Ad onor del vero a dare il maggior risalto a Doherty però è stata la relazione con la bella e dannata modella Kate Moss, bella e dannata come lo stesso Doherty peraltro, con vizi e vizietti simili.

Da quel momento in poi la vita e la carriera musicale di Doherty conoscono fama planetaria. Per gli amanti della sua carriera da solista ed ache per coloro che lo hanno apprezzato come frontman delle due band che ho citato sopra è arrivata una buona notizia.

Il 22 febbraio Pete Doherty si esibirà a Brescia sul palco del Latte Più. Quella bresciana è la data centrale di una mini tournè italica per il musicista inglese. Ad aprire il concerto penseranno Fabrizio Consoli, i Moscow Raid e i Jules not Jude. Costo (non basso) del biglietto: 20€ più prevendita (su Mailticket) oppure 25€ in cassa la sera del concerto.

I Punkreas live al Lattepiù questa sera

punkreas.jpgIl loro 2013 inizia da Brescia, a conferma di un legame forte fra la band milanese ed il territorio bresciano, che oramai quasi 20 anni ospita sempre volentieri le loro esibizioni.

Ed il pubblico bresciano sembra proprio non stancarsi del loro punk-rock apertamente schierato. Segnali di chiarezza che li accompagnano fin dal primo album.

Una chiarezza che, specialmente di questi tempi, viene apprezzata, specialmente perchè accompagnata ad uno stile musicale che in oltre 20 anni di onorata carriera è sempre rimasto sè stesso. Riconoscibile al primo orecchio. Potente, irrequieto e convinto.

La band di Parabiago si esibirà nel “Noblesse oblige tour” debitamente aggiornato (l’album compie infatti un anno). Da poco è infatti uscito anche il video di “Ali di pietra”.

Il concerto si terrà stasera al Lattepiù di via di Vittorio 38, in piena zona industriale. Ingresso al costo di soli 10€. I biglietti si potranno acquistare direttamente all’ingresso del locale.

Per ulteriori info: www.lattepiulive.it

Lio Bar: un settembre ricco di live

lio bar.jpgGli scrosci di pioggia degli ultimi giorni ci hanno catapultato di colpo nell’autunno inoltrato. Non temete però, ben presto il sole tornerà a splendere e ci potremo godere gli ultimi giorni d’estate in tranquillità.

Detto questo però, la stagione autunno-inverno a Brescia sta pian piano iniziando. Si torna al lavoro, tra poco gli studenti ricomunceranno un nuovo anno scolastico ed il Lio Bar ha inaugurato un fitto settembre musicale. Del resto con le feste ed i festival in provincia che si vanno via via a concludere in questo mese, il Lio rimane sempre un’ancora di salvezza della buona musica a Brescia.

Nel mese di settembre saranno molti i nomi pronti a salire sul palco di uno dei locali più caratteristici e trasversali della leonessa. Si va dalle glorie locali Low Frequency Club, The Churchill Outfit, Altica e Andrea Van Cleef fino alle band di caratura nazionale ed internazionale quali Cut, Fast Animals and Slow Kids, The Dustaphonics, Maria Antonietta e Criminal Jockers.

I concerti si svolgeranno, come sempre, il martedì ed il venerdì sera in via Togni, appena al di là dei binari (che di notte non vedono transitare treni) della diramazione nord della linea ferroviaria. Si inizia alle 22:30, ma si finisce molto più in là.

Per essere sempre aggiornati sui concerti del lio Bar seguite il profilo ufficiale su facebook.

Renga, profeta in patria il 23 luglio

francesco-renga.jpgUna serata nella “sua” Brescia. Questa sera Francesco Renga, una delle migliori voci (e che voce!) della musica italiana farà tappa in casa sua.

Perchè Renga non solo è bresciano d’origine (in realtà è friulano, ma cresciuto sin da subito nella Leonessa), ma è brescianamente simbolo di un territorio che sa coltivare e far crescere eccellenze.

Una partita giocata in casa da Renga quindi quella di stasera, con il suo concerto in Piazza Duomo (inizio previsto ore 21:30) che si inserisce nel Test 2012 Tour.

C’è da scommeterci che il pubblico di casa saprà tributare adeguatamente una delle punte di diamante canore della nostra città.

Certo, sono lontani i tempi d’oro di un Renga che si esibiva magnificamente come frontman dei Timoria (il suo vero periodo d’oro), ma anche il Renga d’oggigiorno, più melodico e meno rock ha comunque tantissime qualità.

C’è da scommettere che stasera Renga sfaterà il famoso detto popolare e si dimostrerà profeta in patria. Renga, più forte anche della tradizione.

Litfiba, Subsonica e Giorgia in concerto a Brescia

subsonica.jpgSaranno 3 grandissimi concerti, di 3 mostri sacri della canzone italiana, racchiusi in 4 giorni d’estate. Cosa volere di più?

Tra il prossimo 21 ed il 25 luglio infatti piazza Paolo VI sarà presa d’assalto da migliaia di fan e appassionati di musica.

A inaugurare quella che sembra essere quasi una mini rassegna musicale saranno i Subsonica, maestri italici nel saper fondere musiche elettroniche, liriche tanto poetiche quanto impegnate e spettacoli dai grandiosi effetti speciali. Concerto il 21 luglio, biglietti: 23€ e posti in piedi.

Il 24 luglio, a brevissima distanza dalla band torinese, il palco di piazza Paolo VI sarà terreno di battaglia per i Litfiba. La band, probabilmente la più rappresentativa del panorama rock italiano degli ultimi 30 anni, è pronta a deliziare il pubblico della leonessa. Il duo Pelù-Renzulli non ha più la stessa carica degli anni ’90 (l’età avanza anche per loro) ma la qualità non si è spostata di una virgola. I biglietti: 38€ e posti in piedi.

A chiudere il trittico di serate ci penserà infine Giorgia la sera del 25 luglio. La voce soul più bella d’Italia a detta di molti. Il più grande talento vocale “rosa” secondo buona parte dei discografici. Un’occasione da non perdere secondo me. Biglietti tra i 23€ ed i 43€ (+2€ per la prevendita).

Crozza, Noemi e Giorgia: tre grandi live di primavera a Brescia

crozza.jpgQuella che si sta per aprire sembra proprio che sarà una primavera all’insegna dei grandi nomi e dei grandi concerti live a Brescia. Oltre al grande maestro Riccardo Muti, di cui vi ho parlato nell’ultimo post, oggi vi segnalo altri tre nomi di primissimo piano che passeranno a deliziare il pubblico della Leonessa nei prossimi mesi.

Si inizia con Maurizio Crozza, che si esibirà al PalaEib il 26 aprile, proprio in contemporanea con Muti con il suo “Giro d’Italialand”. C’è da scommettere che il comico genovese, tra i migliori in italia al momento, al pari di Corrado Guzzanti, saprà far sganasciare dalle risate i presenti visto e considerato che è un “animale da palcoscenico” di razza. Prezzi? Tra i 23 ed i 40 €.

Pochi giorni dopo tocca a Noemi, fresca fresca del podio conquistato a Sanremo; la location questa volta sarà invece il Palabrescia, il giorno il 3 maggio. Ammetto di non apprezzare granchè i talent show canori (e meno ancora quelli di danza) ma tra tutti questa Noemi mi sembra l’unica dotata di un pò di talento (che è cosa ben diversa dal saper eseguire bene un brano) e spessore.

Infine, a chiudere questo personale terzetto di segnalazioni, vi ricordo il concerto di Giorgia nella splendida cornice di Piazza Duomo. Originariamente la data prevista era quella del 23 aprile, ma per vicissitudini di tournè è stata spostata al 25 luglio. Due mesi in più d’attesa, ma la bravura del peperino sardo li merita tutti.

Musica di primo maggio in Piazza Loggia

omar-pedrini.jpgCerto, quello organizzato a Roma sarà un’altra cosa, con nomi ben più noti e con più di mezzo milione di giovani in piazza, ma anche Brescia sa togliersi le sue piccole soddisfazioni in questo primo maggio che è alle porte.

La Festa dei Lavoratori (e non del lavoro, come invece capita spesso di sentire) vedrà anche a Brescia un “concertone” in quel di Piazza Loggia con tutto il gotha della musica bresciana chiamato a raduno.

Dopo le più solenni celebrazioni mattutine con le tre sigle sindacali confederali, che avranno un’occhio di riguardo ovviamente per i problemi dell’occupazione e delle morti bianche, nel pomeriggio a partire dalle 17:15 la piazza centrale della Leonessa d’Italia verrà presa d’assalto rispettivamente da Del maiale non si butta via niente, Rifondazione Sklero, L’invasione degli Omini Verdi, Viviana Laffranchi, Isaia e l’Orchestra di Radio Clochard, Plan de Fuga, 6 come 6, Italian Farmer e Omar Pedrini nella duplice veste di ospite d’onore ed al contempo padrino dell’evento.

Come è stato sottolineato anche dai segretari dei sindacati cittadini l’appuntamento istituzionale mattutino e quello del pomeriggio non devono essere considerati come slegati l’uno dall’altro, ma anzi come due facce della stessa (gloriosa) medaglia.

L’ingresso sarà naturalmente libero.

Sting, Abbado e altri. Un’estate di grandi concerti a Brescia

sting.jpgI bresciani appassionati di grande musica possono già iniziare a leccarsi i baffi per quella che si sta preannunciando come un’estate densa di musica di altissimo livello.

Brescia infatti ospiterà tra maggio e luglio grandissimi nomi della musica nazionale ed internazionale, in grado di coprire quasi tutti i generi e quindi venire incontro ai gusti un pò di tutti.

Si inizia con Jovanotti a fine maggio, il 24 per la precisione, al Fiera Brixia Expo per la tappa bresciana del tour dedicato all’ultima fatica discografica “Ora”. Si inizia alle ore 21.

Gioved’ 9 giugno invece si cambierà registro musicale, senza comunque perdere nulla dal punto di vista qualitativo. Al Teatro Grande si esibirà il maestro Claudio Abbado con l’Orchestra Mozart. Oltre alle musiche del compositore di Salisburgo il repertorio della serata comprenderà anche brani di Beethoven.

Il 16 luglio invece il (particolare) gruppo rock dei Jethro Tull, capitanati dallo scozzese Ian Anderson, sbarcherà a Brescia, pronto ad impressionare con l’inconsueto mix tra rock e flauto traverso.

Tre giorni dopo, il 19 luglio, toccherà al fratello-coltello di Jovanotti: Giovanni Allevi. L’enfant prodige del piano si esibirà in Piazza Loggia con il suo “Alien World Tour” per pianoforte solo.

Infine, dulcis in fundo, il 31 luglio, sempre in Piazza Loggia, Sting intratterrà i bresciani come solo lui sa fare per la terza ed ultima tappa del suo “Symphonicity tour”. Per le prevendite basta rivolgersi alle rivendite del circuito Greenticket e del circuito Ticketone.

Brescia si scopre “classica ma non troppo”

concertomusicaclassica.jpgE’ iniziata sabato sera la rassegna “classica ma non troppo” che porterà a Brescia 4 concerti di prim’ordine nel meraviglioso contesto del chiostro di contrada San Giovanni. A farla da padrone saranno brani della musica popolare eseguiti da grandi maestri di formazione ed ispirazione “classica”. Ecco così spiegato il nome della rassegna.

Dopo la serata di sabato 2 ottobre, svoltasi in concomitanza con la “notte bianca” di Brescia, per l’occasione dedita interamente all’arte nelle sue diverse forme, il prossimo appuntamento in calendario sarà quello di sabato 9.  La cornice per l’occasione sarà quella chiesa parrocchiale S. Giovanni Evangelista. A salire sul palco l’ensemble vocale femminile “Sifnos”, che si esibirà nello spettacolo “Nel nome di Maria”, che racchiude una serie di canti mariani di noti autori del ‘900.

Il terzo appuntamento della rassegna è quello previsto per il 23 ottobre quando, nel teatro del chiostro di San Giovanni, il duo composto da Gloria Busi (soprano) e Francesco Buffa (pianoforte) si esibirà in “La voce colta dei popoli”, con musiche rivisitate di Berio, Ravel, Rodrigo, Milhaud, Lorca, Dorumsgaard e Ziliani.

Ultima serata di “Classica ma non troppo” sarà quella del 30 settembre. La location sarà ancora quella del teatro del chiostro di San Giovanni e lo spettacolo, dal titolo “Volare”, vedrà impegnati i membri dell’associazione “Isola” (che ha organizzato la manifestazione insieme al centro culturale “Il chiostro”) alle prese con i brani dei più grandi cantanti e cantautori italiani del ‘900 come De Andrè, Tenco, Modugno, Gaber, Lauzi, Gaetano, Endrigo e Graziani.

Dalla-De Gregori: che sia la volta buona?

dalladegregori.jpgUna settimana fa ero in fermente attesa di uno dei più importanti concerti di questa stagione a Brescia: quello del duo formato dai grandissimi Lucio Dalla e Francesco De Gregori.

Poi il maltempo ci ha messo del suo e così il concerto è stato spostato. A questa sera. Non so se questa sarà la volta buona, ma spero proprio di si, perchè il mio povero cuoricino non credo potrebbe sopportare un nuovo rinvio, con stress e delusione annessi.

Per estrema volontà mia non ho appositamente cercato on line una possibile scaletta. Rimarrei deluso se non dovessero fare una qualche canzone che mi ha lasciato il segno già da molti anni. Voglio godermelo tutto con la più totale e frenetica ansia di sapere se quella dopo sarà una delle mie preferite.

Voglio vivere la trepidante attesa di Rimmel e di Ayrton, di Pezzi di vetro e di Pablo, di Titanic e di Se io fossi un angelo. D’altra parte andare ad un concerto è meraviglioso anche per questo.

A tutti gli interessati ricordo che si inizia alle ore 21, in piazza Loggia, e che il prezzo (non proprio popolare, ma comunque meritato) dei biglietti parte dai 20€ per i posti in piedi e dai 33€ (in prevendita, altrimenti 35€) per i posti a sedere.