Fiera del casoncello bresciano

casoncelli_di_barbariga.jpgSe c’è una cosa che è simbolo gastronomico della brescianità sono i casoncelli (insieme però a spiedo e qualche altra leccornia).

E’ quindi normale che ci siano paesi che decidano, nell’ambito delle feste e delle sagre estive, di rendere omaggio a questo gustoso simbolo.

Nello specifico il paese è quello di Barbariga, “patria” bresciana del casoncello, che a partire da stasera e fino a domenica garantirà ogni sera 1.400 posti a sedere (700 al ristorante ed altrettanti al “self service”) per tutti coloro che, tempo permettendo, vorranno recarsi nella bassa ad assaporare questo primo piatto della tradizione locale alla nona “Fiera del casoncello”.

Saranno 3 giorni ricchi anche di attività collaterali, come ad esempio il torneo di tennis “fiera del casoncello”, la manifestazione motociclistica di Harley Davidson, esibizioni di aeromodellismo, lo show biketrial ed anche una piccola dedica alle Rosse di Maranello.

Ovviamente per ognuna delle 3 serate non mancherà la musica di 3 diverse orchestre. Per ulteriori informazioni www.fieradelcasoncello.it

Una corsa lunga 8 mesi in centro a Brescia

podisti.jpgI podisti e gli amanti della corsa sono avvisati, e con loro anche coloro che più semplicemente hanno intenzione di non lasciarsi andare ad un inverno da accozzati al divano.

Torna ad ottobre, visto il grande successo dello scorso anno, la seconda edizione della “Corri X Brescia”. Una corsa lunga 8 mesi, che per 30 giovedì da ottobre a giugno, si snoderà per le strade del centro cittadino.

Ad organizzare le 30 gare non competitive è l’associazione omonima che devolverà il ricavato del primo appuntamento (4 ottobre, con partenza e arrivo in P.zza Arnaldo, costo 2€ bambini e 5€ adulti) al Centro aiuti per l’Etiopa con il fine di finanziare un laboratorio di falegnameria ad Areka.

Modicissimi i prezzi per la partecipazione: 10€ (con iscrizioni al negozio Sportland di via S.Eufemia) o 15€ se fatte direttamente il giovedì sera. Prezzo valido per l’intera stagione si intende.

Le 4 date del mese di ottobre prevedono che le corse prendano il via da Piazzale Arnaldo, mentre da novembre si torna nella consueta location di Piazza Loggia.

Per info www.bresciachecorre.it

Provincia e Prefettura: guerra aperta per una multa

broletto.jpgIo non sono mai stato uno di quella che “ah, i politici sono tutti ladri uguali”. Sono sempre stato convinto che fare di tutta l’erba un fascio, in politica come in ogni settore, sia sempre troppo semplicistico. Poi ogni tanto accade qualcosa che fa vacillare le tue certezze e convinzioni.

Così un giorno leggi sui quotidiani locali leggi che tra i Consiglieri Provinciali e la Prefettura di Brescia è guerra aperta. Ma non per scelte politiche o amministrative come ci si potrebbe aspettare, ma più semplicemente per problemi di vicinato.

A far scaturire la Guerra è stata il Prefetto Brassesco Pace che, venerdì 21, infastidita dalla presenza di numerose automobili all’interno del cortile del Broletto (immobile che ospita sia la Provincia che la Prefettura) chiama i vigili. Questi, solertemente, elevano 16 contravvenzioni.

Apriti cielo. I Consiglieri provinciali presenti all’interno del Broletto si infiammano e minacciano ritorsioni contro il Prefetto. Diego Peli (Pd): “Le auto che avevano tutto il diritto di stare lì, sulla nostra proprietà, mentre noi svolgiamo la nostra funzione…La prefetta rappresenta un ente inutile, la smetta di spadroneggiare. Il 28 presenteremo una mozione per sfrattarla”. Ente inutile? Il buo che da del cornuto all’asino.

Ma anche Gianpaolo Mantelli (Udc): “Prepariamo subito una mozione contro il prefetto”. Non poteva mancare Diego Invernici (Pdl: “Una cosa gravissima”. Dai consiglieri leghisti non è infine mancata la man forte ai colleghi.

Ha forse ragione Peli quando dice che le auto erano su proprietà privata e quindi erano autorizzate a stare lì? Forse sì, ma in quel caso sarebbe bastato un banalissimo ricorso al Giudice di Pace per annullare la sanzione. Una reazione compatta, bipartisan, spropositata e eccessiva come quella che c’è stata lascia trasparire chiaramente quel senso di superiorità ed intoccabilità che sembrano avere anche i consiglieri provinciali. Già, consiglieri provinciali, manco avessi detto Premi Nobel.

OktoberFest…ival alla Cascina Maggia

OktoberFestival-B-2012-Brescia.jpgProprio mentre a Monaco di baviera è tutto pronto per l’evento che tutti gli amanti della birra vorrebbero godersi appieno, Brescia si prepara ad un’alternativa meno costosa (per via del viaggio non più necessario) ma non per questo meno allettante.

Al parco della chiesetta della Cascina Maggia (in via della Maggia), da ieri sera e fino a domenica sarà di scena l’OktoberFestival; una 4 giorni di musica live, cibo bavarese e, ovviamente, birra.

Dal punto di vista musicale a farla da padrone saranno alcune delle glorie locali come i bravissimi French Wine Coca, ma ci sarà anche una sorpresa direttamente da Prato: il Trio Acustico Alcolemico di Marco Cocci (noto ai più per il film “Ovosodo”).

Questo il programma serata per serata:
venerdì – Wotton&Grey, Chocolate Collective e il dj set di Io&Cisco
sabato – French Wine Coca, Trio Acustico Alcolemico e Dj Pilvio
domenica – Garrapateros, anticipati e seguiti dalla musica popolare bavarese

Gli amanti della birra potranno poi dissetarsi gustando una (o più, se non devono guidare) delle birre artigianli locali proposte, oppure una delle 4 birre bavaresi in aggiunta. Ingresso 5 euro con prima birra e boccale in vetro inclusi.

Opera in festa a Brescia

teatro grande brescia.JPGTutto in una sola giornata, ma che giornata! Per sabato 22 settembre la Fondazione del Teatro Grande di Brescia ha organizzato quella che è la vera novità della stagione 2012/2013: la Festa dell’Opera.

In una sola giornata, quella del 22 settembre appunto, la città di Brescia verrà invasa pacificamente dal mondo dell’Opera, non solo all’interno del Teatro Grande, luogo per eccellenza deputato a questo tipo di attività, ma anche per le vie e nelle piazze cittadine.

Dalla mattina e fino alla sera a mezzanotte sarà tutto un susseguirsi di eventi ed appuntamenti che in alcuni casi, come quello di un duo jazz, esulano dal tipico ambito operistico. Ad ogni modo la parte da leone saranno la trentina di canti lirici e l’enseble di archi e fiati.

Per la serata la città sarà divisa in 2 zone: una zona rossa (che richiama la passione della Carmen) ed una zona oro (in onore della Tosca).

Il fittissimo calnedario d’eventi, che si snoderanno sopratutto per il centro cittadino, ma che non mancheranno di toccare anche zone più periferiche, è consultabile sul sito del Teatro Grande.

Un bonus di 300.000€. Sulla parola, ma con i nostri soldi

matisse.jpgQualcuno di voi sarebbe pronto a pagare un lavoro fatto da un professionista o da un artigiano basandosi semplicemente sulla sua parola di averlo svolto?

A Brescia (ma non solo) può succedere, specialmente se i soldi utilizzati per pagare sono quelli di qualcun altro. Così è successo che la Loggia ha pagato un bonus di 300.000€ alla società trevigana Artematica, organizzatrice della mostra “Matisse, la seduzione di Michelangelo”.

E’ bastato che la società, che ha concluso la mostra nello scorso giugno, autocertificasse (per un totale di 248.000 visitatori) il superamento di una soglia-limite di 230.000 visitatori, che dalle casse comunali uscisse un bonus di 300.000€. Un lauto premio di produzione sulla fiducia.

E pensare che se non avesse superato tale soglia la società avrebbe invece dovuto rimborsare a sua volta 200.000€ all’ente locale.

Sta di fatto che l’ultimo biglietto stampato riportava il numero progressivo 127.055, ben al di sotto dei 230.000. All’inizio (fine agosto) l’Assesore competente Arcai aveva difeso apertamente la società bollando come fasulle le ricostruzioni del Pd che avevano sollevato la questione. Poco dopo ha dovuto fare dietrofront, al punto tale che tra la Loggia ed Artematica è iniziata una vera e propria guerra di dichiarazioni sui giornali, fino alla rottura definitiva dei giorni scorsi.

Nel frattempo la Procura ha iniziato le proprie indagini e, notizia di ieri, ha riferito che sui numeri “ci sono irregolarità”.

Comunque vadano le indagini, siamo sicuri che chi doveva gestire dal punto di vista politico la situazione e sopratutto doveva vigilare sulla stipula dell’accordo e sul suo adempimento sia stato all’altezza? Non mi sembra.

Moda e design a Brescia

012sfilata2009.JPGSarà un fine settimana all’insegna della moda e del design quello che si sta per aprire a Brescia. Una kermesse lunga 2 giorni interamente dedicata alla bellezza.

Si inizia oggi e si chiuderà domenica 16 settembre con sfilate, stands, esposizioni e molto altro che coinvolgeranno l’intero centro cittadino.

Non ci sarà solamente la moda declinata nel mondo degli abiti e degli accessori; ci sarano anche fotografia, cibo, bevande, musica, life style, trucco e parrucco e molto altro ancora.

All’interno della kermesse è stato ricavato anche un angolo dedicato al mondo vintage. Piazza Tebaldo Brusato ospiterà infatti la seconda edizione di “Yesterday”, mostra mercato del vintage, del modernariato e del hand-made.

Si tratta di una buona occasione per gustarsi il centro cittadino in uno degli ultimi weekend estivi, tempo permettendo.

Per il programma completo di Bmode 2012 è possibile consultare il sito del Comune di Brescia. Per la mostra-mercato Yesterday invece questa è la pagina ufficiale su facebook.

Dal 15 al 23 Fiorinsieme in Piazza Duomo

primule.jpgUna settimana di trasformazione “green” per Piazza Duomo quella che si sta per aprire sabato 15 e che durerà fino al 23 ottobre.

La nuova edizione di Fiorinsieme, organizzata dall’associazione Florovivaisti Bresciani, coprirà infatti la centralissima piazza con circa 1200 mq di giardini, dotati di vasche acquatiche, piante perenni e arbusti.

Un ottimo modo per avvicinarsi sin da piccoli al mondo delle piante e dei fiori sarà poi quello di un’apposita area gioco a loro dedicata.

In entrambi i fine settimana si terrano poi anche specifici incontri dedicati sia ad un pubblico di esperti sia anche a semplici appassionati di botanica. I più disparati i temi che saranno trattati, dalla coltivazione delle orchidee alle piante aromatiche, passando per giardini Zen e balconi fioriti.

Non mancherà infine una mostra-mercato che si terrà, dalle 10 alle 19, nei giorni 15.16,22 e 23 settembre.

Per conoscere l’elenco degli incontri ed avere ulteriori informazioni www.florovivaistibs.it

Brescia, l’esempio d’Italia

domusromana.gifIeri stavo leggiucchiando svogliatamente un quotidiano locale in un primo pomeriggio di fine estate e mi sono soffermato su quella che, a prima vista, sembrava essere una buona notizia.

A Nuvolento, piccola cittadina ad pochi km ad est da Brescia, è tornata finalmente alla luce una domus romana di circa 2000 anni, molto grande (circa 1000 mq) e ricca di vasellame, affreschi e monili. Probabilmente, dicono gli esperti, appartenne ad una famiglia importante.

“Tutto molto bello” ho pensato all’inizio. Poi però continuando a leggere l’articolo scopro che la domus era già stata individuata circa 20 anni fa.

Per circa 18 anni non si è fatto nulla per portarla alla luce. Mancavano soldi, anche in periodi non esattamente di crisi economica come ad esempio gli anni ’90 o i primi 2000. Solo 2 anni fa sono arrivati i finanziamenti da parte della Regione Lombardia (250mila €) che si sono andati ad aggiungere ai 100mila € del Comune. In tutto quindi 350mila €, non proprio un’enormità se si pensa che la querelle che in questi giorni sta interessando Artematica è relativa ad un bonus per un numero di ingressi (ancora da dimostrare) all’incirca della stessa somma.

Ora il 29 settembre la domus verrà ufficialmente inaugurata, durante la giornata europea del patrimonio. Ma la mia domanda è: possibile che non ci accorgiamo di che tesoro storico/artistico disponiamo? Possibile essere così menefreghisti da non capire che se lo valorizzassimo sistemeremmo almeno metà della nostra economia?

Una settimana di CoolTour a Rovato

cooltour.jpgSarà una settimana di eventi culturali quella che si aprirà domenica a Rovato, cittadina considerata la “capitale della Franciacorta”.

L’Associazione Liberilibri ha infatti organizzato anche per questo 2012 una fitta serie di eventi culturali ad amplissimo respiro, dai concerti ai dibattiti anche su argomenti che poco hanno a che fare con il concetto “classico” e magari stantio di cultura. Il filo conduttore di tutti gli eventi sarà “L’Europa”.

Questo il programma completo:

Domenica 9 – Comune, sala del pianoforte, ore 17
Cittadini europei? L’EUROPA DELLA PORTA ACCANTO
Incontro con Luca Masera, avvocato e professore universitario.
A seguire Degustazione offerta dalla gelateria biologica Itais

Lunedì 10 – Scuola di musica H. Strickler, ore 20:45
Europa? …Ridiamoci sopra! IRONIA (E DINTORNI)
Spettacolo musicale

Martedì 11 – Cortile interno del Comune – ore 20:45
Tutti ce li invidiano… DANTE E DE ANDRE’: PURGATORIO
Narrare il Purgatorio dantesco con le canzoni di De Andrè, con i Cantica.

Mercoledì 12 – Convento dei Frati del Monte Orfano – ore 20:45
L’Europa da bere… LA BIRRA: QUELLO CHE NON SAI, QUELLO CHE NON TI DICONO
Degustazione guidata da Gianfranco Marini, con “fresca” sorpresa finale. Partecipazione 15€.

Giovedì 13 – Teatro San Carlo, ore 20:45
Europa da vedere – CARAVAGGIO E I FRATELLI LUMIERE
Insolita analisi dell’arte cinematografica, partendo da Caravaggio, con Michele Venturini.
A seguire degustazione di vini offerta dalla cantina Bosio

Venerdì 14 – Parcheggio retrostante il Comune – ore 20:45
Terre d’Europa, terre d’Irlanda. “TERRE IN VISTA”
Sonorità celtiche con Massimo Giuntini (ex Modena City Ramblers) e il compositore Raffaello Simenoni

Sabato 15 – Salone del Pianoforte, ore 17
Euromangiando. L’EUROPA E’ SERVITA.
Incontro sull’intreccio tra cibo, tradizioni e cultura nell’Europa contemporanea. Con Andrea Perin.

Domenica 16 – Parco Aldo Moro, ore 15
Il tour è cool anche per i più piccoli. “COME USCIREMO DAL BOSCO”.
Rappresentazione della fiaba di hansel e Gretel, per bimbi dai 7 ai 10 anni.

Domenica 16 – Palazzo Sonzogni, ore 16
…guardiamola in faccia questa Europa! PREMIAZIONE CONCORSO FOTOGRAFICO “Europa è per me anche…”
A seguire un tuffo nella danza tradizionale greca con i Chorostates.

Domenica 16 – P.zza Zenucchini, ore 20:45
…così è (l’Europa) e ci piace! L’APPARTAMENTO A LONDRA
Spettacolo teatrale in cui due amici scrittori si innamorano a turno della stessa donna straniera, con la compagnia del TeatroMA.

Per ulteriori info: http://associazioneliberilibri.wordpress.com/