Notte Bianca dell’arte a Brescia

NotteArte2011.jpgSarà un fine settimana all’insegna della cultura, celebrata appositamente con una notte bianca nel centro del capoluogo bresciano. Un evento quasi dovuto nell’anno in cui Santa Giulia ottiene il titolo di “patrimonio dell’umanità” dall’Unesco.

L’evento inizierà sabato sera alle ore 20 e proporrà moltissime iniziative. A partire da “Portoni aperti”, con cui, fino alle ore 24, sarà possibile visitare i palazzi e le chiese più belli della città, comprsi anche i teatri Grande e Sociale.

Non mancherà la musica, che sarà proposta in diversi angoli della città grazie a 27 studenti del Conservatorio cittadino Luca Marenzio. Anche qui l’inizio è previsto per le ore 20.

Anche le gallerie d’arte faranno la loro parte restando aperte fino a tardi insieme con i negozi del centro. Le stesse gallerie hanno anche allestito una mostra all’interno di Santa Giulia. In Piazza Bruno Boni spazio invece ad una nuova forma d’arte di strada, quella dei writer.

Un giro in centro insomma è d’obbligo; magari unito ad una tappa enogastronomica in Piazza Duomo per assaggiare le leccornie delle “Piazze d’Europa”.

Per il programma completo date un occhio qui.

Piazze d’Europa a Brescia

Piazza_duomo.jpgTorna per l’edizione 2011 la rassegna Piazze d’Europa, che come gli ani passati riempirà Piazza Duomo (in foto) di bancarelle, colori e sopratutto profumi provenienti un pò da tutti gli angoli del Vecchio Continente.

Le novità di quest’anno saranno per un lato “atlantiche” con bancarelle provenienti per la prima volta dal Portogallo e dalla Gran Bretagna, e dall’altro “orientali” con le new entry di Polonia, Bulgaria e Repubblica Ceca.

Presenti come sempre invece i rappresentanti di Olanda, Germania, Francia, Belgio, Austria e Ungheria.

I prodotti saranno moltissimi e dei generi più disparati. A farla da padroni saranno però quelli enogastronomici. Personalmente, dopo aver provato di persona l’anno scorso, consiglio gli stand mittleuropei: il panino con il wurstel e la birra tedesca insieme sono un’abbinata vincente. Forse non aiuterà la linea, ma è un toccasana per le papille gustative.

La rassegna, che prevede anche momenti musicali come quello con il quartetto Malibran, durerà dal 30 settembre al 2 ottobre e verrà affiancata anche dalla Fiera del Libro 2011, sempre in Piazza Duomo.

Un libro a te, un libro a me

catena-libri.jpgUn’ottima iniziativa che, visto il successo della prima edizione, si ripete. Ancora organizzata dalla circoscrizione Nord, con il patrocinio dell’Assessorato alle attività produttive e grazie al contributo delle scuole e delle parrocchie, nel mese di ottobre riprenderà il via il baratto del libro.

Un’idea semplice, ma di una grande applicabilità e facilità. A volte la cultura la si può far girare anche così, scambiandosi tramite baratti quelle pagine ingiallite, magari già lette e rilette più e più volte, ottenendone altre che, seppur usate, conservano intatte la loro capacità.

I baratti avverranno tutte le domeniche mattina di ottobre dalle 9 alle 13 sotto la tettoia del Parco Jan Palach di via Tommaseo. Oltre alle scuole ed alle parrocchie, anche i privati cittadini potranno prenotare una propria postazione fissa.

Insieme ai libri si potranno gustare anche del buon gelato e qualche assaggio i frutta (offerta dall’Ortomercato). Caricarsi in uno zainetto i libri “riciclabili” e pregustarsi le nuove possibili letture è d’obbligo. Non mancate l’occasione.

Il pieno grazie, ma di cultura

libribrescia.jpgSarà un fine settimana all’insegna della cultura quella che si sta aprendo a Brescia. Inizia infatti oggi la settima edizione di “Fai il pieno di cultura 2011 – Musei, teatri, biblioteche ed altri luoghi straordinari”.

In questa 3 giorni musei, biblioteche ed altre dimore della cultura resteranno straordinariamente aperti ed offriranno visite guidate, spettacoli speciali ed anche degustazioni eno-gastronomiche.

La manifestazione (che “fonde” in sè tre precedenti proposte quali “Una notte al museo”, l’ “Open day delle biblioteche” e “Oltre il palcoscenico”) è pensata non esclusivamente in favore degli adulti. I bambini potranno infatti scoprire meglio usi e costumi tradizionali ed i luoghi in cui vivono.

Alla rassegna prenderanno parte ben 40 musei e 60 biblioteche. Gli spettacoli teatrali in programma saranno ben 17, ciascuno in un luogo differente: 13 andranno in scena in altrettante biblioteche, 3 nei musei ed uno (“La giocatrice” del Teatro Inverso) a Palazzo Martinengo.

Per il programma completo visitare il sito del Comune di Brescia.

Film contro il muro all’Eden

palestina.jpg“Tomorrow’s land – how we decided to tear down the invisible wall”. E’ questo il film girato da due giovani cineasti bresciani che ha per oggetto quel fazzoletto di terra brulla del medio oriente che prende il nome di Palestina.

Il lungometraggio parla di occupazione militare, di violenza e di sangue, ma anche di orgoglio di un popolo bistrattato, lasciato scientemente senza una propria patria, a cui il mondo troppo spesso gira le spalle.

Il film racconta, tra i vari aspetti, la vita di una cittadina a sud-est di Hebron: At-Tuwani. Qui, in un territorio che deve fare i conti con le costanti mire espansionistiche dei coloni israeliani, il popolo palestinese ha trovato un modo non violento di resistere a questi attacchi, grazie anche all’appoggio di attivisti internazionali ed israeliani.

Perchè la Palestina, oltre che terra ricchissima di riferimenti religiosi non esclusivamente cattolico-cristiani, deve diventare la terra di domani, nonostante i muri fisici che le vengono eretti tutto intorno. “Tomorrow’s land” appunto.

La presentazione del film avverrà giovedì 22 settembre presso il cinema Nuovo Eden. L’ingresso è libero, ma la sottoscrizione è volontaria.

Posticipo da primatista

brescia-calcio.pngSarà un grande match quello che questa sera vedrà fronteggiarsi due grandi della serie B: il Brescia da un lato ed il Torino dall’altro.

La sfida sarà tesa perchè, oltre al blasone delle due compagini, i 90 minuti del singolar tenzone calcistico potrebbero far uscire il nome della prima squadra a contendersi il primato solitario della capolista della serie cadetta.

Entrambe le squadre infatti hanno al momento 10 punti con una partita in meno rispetto a tutte le altre; la capolista attuale (il Sassuolo) inoltre è ferma a quota 12. I tre punti in palio valgono doppio quindi.

Da un lato c’è il primo posto in solitaria, dall’altro la voglia di prendere un piccolo break nei confronti di una delle rivali dirette per la promozione (anche se ufficialmente il Brescia non ha mai messo, purtroppo, nella lista degli obiettivi quello di tornare immediatamente nella massima serie).

Torino è certamente un campo ostico e l’avversario tra i più temibili. Ma il Brescia delle piccole pesti ha dimostrato finora di non aver nessun timore degli avversari, di godere di quel pizzico di buona sorte che non guasta ed anche di saper giocare del buon calcio. Speriamo che questa sera l’alchimia continui.

Un weekend all’insegna del Franciacorta

vino.jpgAh, la Franciacorta…territorio collinare fatto di dolci saliscendi che unisce l’ovest bresciano con il lago d’Iseo, noto ai più come ottimo territorio per produrre vini pregiatissimi.

Proprio questo fine settimana la Franciacorta si “apre” agli enoturisti ed ai curiosi con il Festival Franciacorta.

Si tratta di una “2 giorni” (sabato e domenica) a cui parteciperanno circa una cinquantina di cantine produttrici delle famosissime e buonissime “bollicine”. Anche quest’anno il Consorzio del Franciacorta, ente organizzatore, ha optato per una formula itinerante dell’evento. Ninte più banchi d’assaggio a Villa Lechi, come avveniva in passato, ma un invito a muoversi per i borghi e per le cantine di tutto il territorio franciacortino.

Moltissime anche le proposte collaterali dell’iniziativa, dalle mostre d’arte fino alle sfilate di moda passando anche per il body painting e laboratori del gusto. Vista la vastità di offerte e cantine è consigliabile studiarsi un percorso per non perdersi tra le mille attrazioni e cantine. Date perciò un occhio al sito www.festivalfranciacorta.it

Enrico Ruggeri, concerto (gratuito) tra moda e design

enrico ruggeri.jpgArriva domani sera a Brescia uno dei più apprezzati cantautori rock italiani: il veterano Enrico Ruggeri.

L’ecclettico Ruggeri arriva questa sera in Piazza Loggia per uno show gratuito dedicato all’inaugurazione de “11 BMode”, manifestazione tra moda e design che avrà luogo in città tra domani e domenica.

Ruggeri è stato scelto come ospite d’onore per salire sul palco, preceduto da alcuni artisti bresciani, per allietare il pubblico con i suoi più grandi successi. Si passerà dal primo periodo, decisamente punk-rock, con brani indimenticabili (anche per un lokk poco convenzionale) come Contessa e Polvere.

Non mancheranno altri brani conosciutissimi tra il grande pubblico come Mistero, presentato a Sanremo e vincitore sia uffiale che ufficioso della manifestazione. Sanremo sarà poi anche teatro di altri grandi brani del cantante milanese, tra cui La Balalaika.

Una carriera infinita di cantante e showman, con non sporadiche apparizioni sul piccolo schermo anche in veste di presentatore tv. tanti motivi insomma per farsi un giro in Piazza loggia stasera.

Brescia, capolista con merito

bscalcio.pngVittoria importantissima quella di sabato pomeriggio per il Brescia di mister Scienza. Importante perchè permette alla leonessa di non mollare il primo posto in classifica, a parimerito (e mai parole fu meglio utilizzata) con un sorprendente Padova.

Sul campo della Juve Stabia il Brescia mostra un cinismo di altri tempi, nonostante l’ossatura della squadra sia tutt’altro che navigata e piena di esperienza. Un primo tempo di marca partenopea, seguito da una ripresa di impronta lombarda. Nessun gol per la Juve Stabia, un gol di Feczesin quasi allo scadere per il Brescia. E 3 punti incassati e portati ai piedi delle Alpi.

Quattro partite in tutto finora in questo campionato cadetto, quattro match che hanno mostrato un Brescia in palla. Su tutti si è rivelato un grande Antonio, oltre che una squadra tutto sommato solida in difesa, visti i pochi gol incassati finora (2 in 4 partite).

Di questo passo la serie A diventa un’obiettivo decisamente alla portata, nonostante ad inizio campionato gli obiettivi fossero altri. Bisognerà però sperare in qualche altro passo falso di concorrenti dirette come la Sampdoria. Insomma un pò di fortuna non guasta mai, ma in questo inizio di campionato il Brescia non sta certo demeritando.

Le 3 “P” di Brescia: Paroli, parcheggi e provocazioni

parcheggi.jpgE’ da poco iniziata a Brescia la “rivoluzione” del parcheggio a strisce blu. I residenti cittadini potranno parcheggiare nelle zone a pagamento con sconti del 50%, i “forestieri” invece avranno un aggravamento del 20% rispetto alle tariffe del 2007.

Scelta forse popolare in alcuni settori della popolazione cittadina, ma folle per molti altri aspetti. I residenti infatti hanno a disposizione, oltre alle loro automobili, anche tutti i mezzi pubblici cittadini. Chi viene da fuori, magari quotidianamente per lavoro, spesso e volentieri è costretto a prendere l’auto perchè non esistono collegamenti con autobus e treni sufficientemente agevoli.

Paroli, primo cittadino di Brescia, è anche andato oltre chiedendo direttamente e provocatoriamente ai sindaci dei Comuni dell’Hinterland un loro contributo diretto per far fruire ai loro cittadini degli stessi sconti.

Irrazionale sembra addirittura il motivo avanzato per giustificare la scelta del parcheggio scontato: si tratterebbe, sempre secondo paroli, di una compensazione per l’aumento dell’Irpef richiesta per la completazione del metrobus. Insomma, per creare e incentivare i nuovi mezzi pubblici si agevola chi usa l’auto.