Container Festival, atto terzo

container-festival-brescia-2011.jpgTorna per la terza volta il Container Festival, cantiere creativo di danza moderna che nelle prime due edizioni ha già stregato Brescia.

Per questa nuova edizione sono in programma ben otto appuntamenti, che si potranno fregiare di location di primissimo piano e di grande prestigio fra cui la sede del Laba di Piazza del Foro fino alla sala scenografie del Grande.

Questa nuova edizione girera principalmente attorno ai dodici giorni di “residenza creativa”, laboratorio dedicato alle new entry della danza, ma anche ai più esperti per provare e sperimentare coreografie innovative.

Container Festival però non si esaurisce qui. E’ infatti stato previsto un momento di incontro dedicato alla “video-danza” e ad un corso di cortometraggio con le grandi coreografe Manuela Bondavalli e Stephanie Skura.

La prima serata (gratuita) è prevista per il 3 settembre presso il Cinema Nuovo Eden. Per ulteriori info, anche sul calendario: info@container12.it

Brescia Calcio, chi ben comincia…

brescia-calcio.pngNon poteva esserci un modo migliore per iniziare questa avventura in serie B per il Brescia di mister Scienza.

Quello di sabato sera contro gli storici rivali vicentini guidati da Baldini è stato davvero un grande esordio nel campionato cadetto: Non tanto per il risultato (comunque positivo, visto il 2-0 a favore della leonessa) quanto piuttosto per la qualità del gioco espresso.

Neanche 10 minuti e già il brescia passa in vantaggio con Feczesin, tornato all’ovile bresciano dopo un’annata positiva a maturare in prestito al Pescara. Il timbro del centravanti deve però buona parte della sua realizzazione ad una gran sgroppata sulla sinistra di Antonio.

Il secondo gol arriva nella ripresa con il centravanti brasiliano Johnatas, sempre a segno fin qui nelle partite ufficiali. Nel mezzo molte altre occasioni da rete per i ragazzi del Brescia che hanno avuto in mano il pallino della partita in goni secondo dei 90 minuti regolamentari.

Un Vicenza annichilito è, oltre che una soddisfazione, anche un buon segno per l’annata calcistica appena aperta. Chissà che il ritorno in serie A non possa avvenire subito, con una squadra giovane e a dispetto di concorrenti più quotate come Torino e Sampdoria.

Un fine settimana tra calcio, musica e tanto caldo

marlene kuntz.jpegQuest’ultimo fine settimana di agosto per i bresciani sarà all’insegna del calcio, della grande musica ed avrà come costante il caldo torrido.

Quest’ultimo elemento sarà il sottofondo che proseguirà ancora per qualche giorno, ma non dovrebbe impedire agli abitanti della leonessa d’Italia di riavvicinarsi alle rondinelle, che stanno per scendere in campo per la prima volta nel campionato cadetto 2011-2012.

Il debutto avverrà al Rigamonti contro il Vicenza; speriamo che questa nuova squadra, con molti giovani promettenti tra le sue fila, sappia riportare il Brescia là dove gli compete: la serie A. Torino e Sampdoria sono favorite, ma non bisogna mai vendere la pelle dell’orso prima di averlo preso.

Nel frattempo in via Serenissima tra stasera e domani si chiuderà la Festa di Radio Onda d’Urto. Due grandi concerti sono quelli previsti per far calare il sipario. Stasera tocca al rock dei Marlene Kuntz, mentre domani la gran chiusura è stata riservata ai Modena City Ramblers. Certo, non c’è più Cisco nella loro formazione (assenza incolmabile la sua, sotto ogni punto di vista, checchè se ne dica) ma la verve rimane, insieme con la loro voglia di far festa. All’interno di un’altra festa.

Dopo Caparezza tocca a Daniele Silvestri

Daniele-Silvestri-Scotch.jpgCaldo, decisamente troppo caldo. A Brescia le temperature africane di questi giorni, unite all’afa, non lasciano tregua. La città infatti non si è ancora ripresa dalle ferie, al punto che le strade sono ancora molto più vuote del solito.

Ma per quelli (pochi) che sono ancora in città l’occasione migliore per distrarsi potrebbe essere la buona musica. E in un periodo in cui festival e feste popolari sono agli sgoccioli la migliore musica che Brescia sa offrire è quella della Festa di Radio Onda d’Urto.

Questa sera è previsto un altro grande concerto nell’area feste di via Serenissima (zona S.Eufemia) dopo quello di sabato sera con Caparezza, rivelatosi un vero delirio sia per la popolarità del cantante di Molfetta, sia per la sua lungua tagliente sia infine per i prezzi decisamente popolari che la festa sa sempre garantire.

Come dicevo, questa sera nuovo grande concerto, di un altro grande cantautore italiano: Daniele Silvestri. Il 43enne romano è infatti in tournè dopo l’uscita in questo 2011 del suo ultimo album “S.c.o.t.c.h.”, a mio modesto giudizio il migliore della sua carriera al livello di “Il dado”.

L’ingresso costa 12 euro; apertura dei cancelli alle ore 19:00.

Ben 90 mila euro al mese, senza fare nulla

money2.jpgGiorni difficili per l’Italia, con una crisi economica che non sembra destinata a finire a breve e Governo pronto a decidere per una qualche forma di intervento a metà tra allungare l’eta pensionabile e tagliare agli enti locali.

Nel frattempo sempre più italiani (sicuramente la maggioranza) chiedono a gran voce che se sacrifici dovranno essere, che almeno siano per tutti. Forse con un pizzico di antipolitica (che va tanto di moda adesso), forse più semplicemente con un pò di buonsenso, chiedono che la “casta” nell’ormai celeberrima formulazione che si deve ai due grandi giornalisti del Corriere della Sera, Stella e Rizzo, si tagli privilegi di cui gode e non sembra intenzionata a privarsi.

Pochi giorni fa sul settimanale l’Espresso è uscito l’elenco degli ex parlamentari che, per il solo fatto di aver seduto su di uno scranno della capitale per qualche anno, ora godono di un vitalizio ben più che discreto, senza che ciò li obblighi a fare alcunchè. Tra di loro numerosi anche i bresciani, di tutti gli schieramenti ovviamente; i politici della leonessa percepiscono mensilmente nel complesso una cifra che si aggira ai 90mila Euro.

Niente male se si considera che in un solo anno il gruzzoletto supera il milione. Così se l’ultimo posto in classifica spetta all’ex senatore di Forza Italia (poi passato con il Rinnovamento Italiano di Lamberto Dini) Giovanni Bruni, che per soli 5 anni (’96-2011) percepisce poco più di 2.400€, il primo posto spetta al veterano Mino Martinazzoli, una vita nella Dc e poi, da suo ultimo segretario, un passaggio nel Ppi (ed anche sindaco di Brescia per il centrosinistra). Per lui 27 anni trascorsi in Parlamento (e 3 nomine a Ministro) fruttano ad oggi la bellezza di 5.800€.

Nel mezzo anche altri ex parlamentari come Alessandro Cè (Lega Nord), con un vitalizio di circa 3.400€, Aventino Frau (Forza Italia) con 4.100€ (per 15 anni), Vittorio marniga (Psi) con poco più di 3.000€ (per 10 anni) e Francesco Ferrari con i suoi 4.700€ (per 15 anni). Forse prima di pensare a pensioni e enti locali c’è altro da tagliare. Magari non sarà sufficiente, ma almeno è un inizio.

Caparezza live a Brescia

festaradio.jpgSarà certamente un grande concerto, e quindi l’ennesimo successo centrato, quello che domani sera avrà luogo sul palco principale della Festa di Radio Onda d’Urto.

Il main event del fine settimana è infatti costituito dallo show (perchè di show si tratta più che di concerto) dell’eccentrico, talentuoso, ironico ed istrionico cantautore rap originario di Molfetta, conosciuto dai suoi fans come Caparezza.

Michele Salvemini (questo il nome all’anagrafe del riccioluto cantante) è ormai sulla cresta dell’onda praticamente da un decennio senza sbagliare un colpo. E’ una vera e propria fucina di idee, alcune anche bizzarre, tradotte puntualmente in rima.

I suoi testi sono proprio ciò che lo contraddistingue dal resto della scena rap italiana. Nessuno come lui sa usare l’ironia per far arrivare un messaggio assai serio, qualunque esso sia. Poi certo, c’è anche la musica e tutto il mega-show che lo accompagna.

Per la misera cifra di 12€ un suo concerto vale assolutamente la pena di non perderselo. Io l’ho visto, qualche anno fa, alla stessa festa e ancora adesso posso dire di esserne rimasto veramente entusiasta. Ecco perchè domani non mancherò.

Pedalare più facilmente con Bicimia

Bicimia.jpgNonostante la disgraziata ipotesi di un nuovo parcheggio sotterraneo all’interno del Cidneo e nonostante altre scelte di “politica dei trasporti” avanzate negli ultimi mesi (dalle multe in stazione per le bici fuori posto fino all’aumento del biglietto dell’autobus urbano), finalmente una buona notizia.

Bicimia, il servizio ormai arcinoto a Brescia che permette a tutti, gratuitamente o a prezzi irrisori, di scorrazzare per le vie cittadine della Leonessa, verrà finalmente implementato.

Gli utenti del servizio ciclistico, che secondo un recente sondaggio sono per più del 60% compresi tra i 20 e i 40 anni, avranno presto a disposizione altre 12 stazioni in giro per la città dove poter recuperare ed abbandonare le due ruote prese a noleggio.

Le nuove stazioni saranno infatti quelle di Chiusure, Mompiano, Veneto, Piave, Wührer, Lamarmora – metro, Questura, Cremona, Kennedy, Piazzale Golgi, Milano, Duca degli Abruzzi. In pratica sono state aggiunge 115 colonnine alle quasi 300 già esistenti e, contemporaneamente, sono il parco delle biciclette è stato incrementato di un centinaio di unità. Ora non resta che un pò di buona volontà per sconfiggere il traffico cittadino.

Un comune su 10 a rischio nel bresciano

longhena.jpgTagli di una notte di mezza estate. L’antipasto della manovra correttiva che è stato annunciato pochi giorni fa dal Governo non è altro che tagli e tasse. A detta di tutti.

A venire colpiti maggiormente saranno gli enti locali (già toccati peraltro dalla manovra correttiva dell’anno scorso), al punto tale che persino il Governatore Formigoni non ha fatto mancare alcune frecciatine indirizzate al Governo centrale. E se lui, per doveri di partito, non può andare oltre alle “frecciatine”per non rovinare gli equilibri politici, è chiaro che la parola federalismo appare sempre più una parola vuota, buona da sventolare nelle campagne elettorali e nei comizi, ma che viene dimenticata presto (per opportunismo?) non appena si tratta di fare qualcosa di concreto.

Fatto sta, che nella semplificazione tratteggiata finora ben 27 comuni bresciani (circa uno su 10) rischiano di sparire nel tentativo di ridurre i famigerati “costi della politica”. Come se il vero problema fossero le poche centinaia di euro che prende il primo cittadino di comuni come questi se confrontati con stipendi e vitalizi di parlamentari (e dirigenti di aziende statali), relative pensioni e emolumenti.

Le 27 municipalità, in rigoroso ordine alfabetico, sotto la lente d’ingrandimento nel bresciano per la precisione sono: Anfo, Braone, Brione, Capovalle, Cerveno, Cevo, Cimbergo, Incudine, Irma, Lavenone, Longhena (in foto), Losine, Lozio, Magasa, Marmentino, Monno, Mura, Ono San Pietro, Paisco Loveno, Paspardo, Pertica Alta e Bassa, Prestine, Provaglio Valsabbia, Treviso Bresciano, Valvestino e Vione. In bocca al lupo a loro, perchè la loro sopravvivenza non sia considerata arroccamento su posizioni antiquate ma volontà di vera vicinanza al cittadino. Alla faccia di chi spaccia federalismi e localismi vari.

Stelle sul Garda

Lago-di-Garda.jpgNo, non si tratta di uno tanti (e bellissimi) eventi musicali o cinematografici che le cittadine gardesane offrono ogni estate nel tentativo di accparrarsi clienti.

La bellezza di questi luoghi non ha molti eguali, si sa. E lo sanno anche le “star” mondiali; è notizia di pochi giorni fa infatti che anche Ricky Martin ha deciso di prendere casa qui, un pò come Clooney ha fatto a Bellagio. Certo, si tratta pur sempre di una casetta di oltre 7 mln €.

Ma non è di queste star che vi volevo raccontare. Domani (sabato 13 agosto) il Garda, sia nella sua sponda bresciana che in quella veronese, sarà illuminato da  moltissimi spettacoli pirotecnici organizzati dall’ass. Lago di Garda tutto l’anno in quella serata che è stata denominata appositamente “La grande notte delle stelle”.

Oltre ai fuochi d’atificio il Garda verrà navigato da 2 “Navi musicali”; già, musicali perchè al loro interno saranno presenti Enrico Ruggeri, gli Zero Asooluto e Paola Turci. Il tutto andrà in onda in diretta su Radio 101 con Tamara Donà e Paolo Cavallone.

Brescia da girare con il FilmLabFestival

filmlabfestival.jpgQuando le cose funzionano non ci si tira indietro; anzi, si prosegue sulla stessa strada che finora ha dato buoni frutti. E’ questo il pensiero che ha portato anche in questo 2011 a realizzare a Brescia la terza edizione di “Brescia da girare”, incastonata all’interno del FilmLabFestival.

Si tratta, per chi ancora non lo conoscesse, di un festival di cortometraggi a tema libero. Gli organizzatori però hanno ribadito la volontà anche per quest’anno di aprire una sezione di cortometragi dedicati interamente alla leonessa d’Italia.

Sarà sicuramente una buona occasione per i cineasti locali per cimentarsi con un soggetto così multisfaccettato e pieno di angoli, luci e persone da valorizzare.

Il festival si terrà dal 19 al 23 ottobre al cinema Nuovo Eden di via Nino Bixio. Chi avesse intenzione di partecipare però deve inviare il proprio video (durata massima di 3 minuti) entro il 24 settembre. Il miglior clip vincerà una macchian fotografica Canon 5D Mark II con ottica Canon 24-105. Al miglior soggetto invece un premio in denaro di 500€ e la possibilità di realizzare lo stesso cortometraggio con tecniche professionali. Per info rivolgersi a info@filmlabfestival.it