E’ stato un piacere

Ci ho pensato a lungo su cosa scrivere a voi, cari lettori, per questo che è il mio ultimo post. Volevo salutarvi in maniera degna, non strappalacrime ma nemmeno eccessivamente distaccata.

Ho pensato a frasi ad effetto, a colpi di scena e quant’altro. Poi ho optato per la semplicità e la sintesi. Quello che vi devo dire lo posso fare anche senza occupare più di 2 minuti della vostra giornata.

“Grazie, è stato un piacere”. Ecco quel che mi basta dirvi. Grazie, perchè, anche se non ve ne siete resi conto, mi siete stati da costante stimolo. E’ stato un piacere, perchè, in effetti, così è stato.

Voglio solo salutare chi mi ha dato la possibilità di scrivere qui per questi anni e, insieme a loro, anche tutti i fantastici “colleghi” local blogger d’Italia. Un grande gruppo, senza dubbio, degno di miglior fortuna. Non temete, il tempo è galantuomo. Spero che le nostre strade si incrocino ancora in futuro.

Un “non saluto” invece ai nuovi piani alti di Virgilio. La chiusura di questi blog locali mostra poca, anzi pochissima, lungimiranza. Anche in questo caso, il tempo sarà galantuomo.

PS: per pura protesta contro una scelta comunicativa che ritengo folle questo post è privo di immagini.

Brescia al voto

voto.jpgCome in tutta Italia anche Brescia è in piena fase elettorale. Dopo ieri, anche oggi fino alle 15 sarà possibile per tutti i bresciani recarsi ai seggi e dare il proprio voto.

I primi dati sull’affluenza di ieri danno conto di un popolo, quello bresciano, che si sta disaffezionando alla politica ed al voto.

Prevedibile, se si pensa ad una comune percezione della politica e dei politici come soggetti molto bravi a promettere e molto meno a mantenere, sempre litigiosi e spesso beneficiari (anche illecitamente) di ingenti somme.

I bresciani sono chiamati al rinnovo sia di Camera e Senato ma anche del Consiglio Regionale e del Presidente della Regione Lombardia.

Personalmente sono già andato ieri a votare. In tutto 3 voti, di cui solo 1 pienamente convinto (quello per la regione) perchè ho avuto la fortunata possibilità di conoscere personalmente una persona candidata per cui sarei pronto a mettere la mano sul fuoco.

Per il resto ho votato con qualche narice otturata, ma la situazione italiana non è forse mai stata così al limite come ora. E pensando a chi ci ha messo in questa situazione, mi sono sentito di dire (un pò in controtendenza) che “non sono tutti uguali”. C’è qualcuno meno uguale degli altri, con carichi di responsabilità ben maggiori, anche se con campagne elettorali di questo tipo sembra che alcuni vogliano farsi passare per i verginelli della fonte.

E voi invece? Cosa pensate di queste elezioni?

Fiera Brescia Casa dall’1 al 10 marzo

bresciacasa.jpgPer gli italiani la casa, si sa, è un bene assolutamente fondamentale. Del resto siamo, tra i popoli europei, trai i più grandi possessori in termini percentuali della prima casa, a discapito invece di una bassa percentuale di affittuari.

Anche le promesse elettorali di questi giorni sanno dove andare a colpire. C’è chi parla di riduzione dell’Imu, chi addirittura si spinge paventando la sua restituzione e chi infine (follemente) promette l’impignorabilità della prima casa.

Tutto questo amore per quelle costosissime 4 mura troverà sfogo dall’1 al 10 marzo a Brescia per la Fiera di Brescia Casa. 

Si tratterà complessivamente di una “6 giorni” (1-2-3 e 8-9-10 marzo) in cui presso il Brixia Expo di via Caprepra 5 si potrà curiosare tra le mille novità del mondo del designe dell’arredamento.

Oltre 100 espositori per 5.000mq e circa700 mgrandi marchi. Numeri mica da poco, che ribadiscono il grande successo della prima edizione dello scorso anno.

Per ulteriori info www.fierabresciacasa.it

Premio “Palla al piede” a Brescia

pallaalpiede.jpgQuest’oggi voglio segnalarvi un piccolo premio letterrario. Piccolo per l’organizzazione “semplice”, ma grande per il contenuto.

Sto parlando di “Palla al piede”, premio artistico letteraio con scopo di sensibilizzare anche le giovani generazioni alle numerose problematiche della detenzione.

Ad organizzarlo è l’associazione Carcere e Territorio, da anni molto attiva a Brescia per far sì che la detenzione tra le mura carcerarie sia un’occasione per la società di recuperare soggetti con un passato magari difficile ma che non nascono delinquenti ad ogni costo e che, sarebbe ingiusto, considerare solo come tali.

Il concorso prevede due bandi: l’uno, come da tradizione, nell’ambito letterario, mentre la novità è l’ambito artistico.

Alla gara potranno partecipare gli studenti delle scuole secondarie di Brescia e provincia con un proprio elaborato grafico (pittura, scultura, ecc.) oppure con un proprio scritto (saggio, peosia, ecc.).

Il tema del concorso? “La reclusione” in uno dei suoi plurimi aspetti. Per consultare il regolamento del bando basta andare sulla pagina facebook dell’associazione “Carcere e territorio”.

Pete Doherty in concerto a Brescia

doherty.jpgUn nome che fa discutere e che spesso finisce sulle copertine delle giornali non tanto per le capacità o le imprese canore quanto piuttosto per la propria vita privata, ma che di privato finisce spesso per avere ben poco.

Sto parlando di Pete Doherty, leader del gruppo rock dei Babyshambles e, prima ancora, dei The Libertines ed ora approdato anche ad una carriera da solista.

Ad onor del vero a dare il maggior risalto a Doherty però è stata la relazione con la bella e dannata modella Kate Moss, bella e dannata come lo stesso Doherty peraltro, con vizi e vizietti simili.

Da quel momento in poi la vita e la carriera musicale di Doherty conoscono fama planetaria. Per gli amanti della sua carriera da solista ed ache per coloro che lo hanno apprezzato come frontman delle due band che ho citato sopra è arrivata una buona notizia.

Il 22 febbraio Pete Doherty si esibirà a Brescia sul palco del Latte Più. Quella bresciana è la data centrale di una mini tournè italica per il musicista inglese. Ad aprire il concerto penseranno Fabrizio Consoli, i Moscow Raid e i Jules not Jude. Costo (non basso) del biglietto: 20€ più prevendita (su Mailticket) oppure 25€ in cassa la sera del concerto.

S. Faustino, boom di bancarelle

bancarelle.jpgIl giorno dopo San valentino i bresciani continuano a festeggiare. Niente Cupido però questa volta, il 15 febbraio è infatti il giorno dei Santi patroni.

San Faustino e Giovita (che la leggenda vorrebbe come salvatori della città dalle milizie milanesi) quest’anno poi cadono di venerdì, weekend lungo quindi!

Come sempre lungo la centralissima via che prende il nome proprio da uno dei 2 santi (Faustino), per la giornata di oggi si segnalerà il pienone di bancarelle.

E se ci sono le bancarelle (circa 600) non potrà certo mancare la fiumana di gente che gironzola in cerca di offerte oppure per semplice curiosità, magari gustandosi una delle tipiche frittelle.

Quel che è certo è che la fiera di San Faustino è un must per i bresciani. Tutti, almeno una volta nella loro vita, ci sono andati. E di questi molti ci sono tornati. Anche perchè altrimenti mi chiedo come sia possibile ogni anno non trovare un parcheggio se non a chilometri di distanza e finire sempre imbottigliato tra la folla.

Un S.Valentino sotto le stelle

stelle.jpgSan Valentino. Tanto amore, coccole, regalini, “pucci pucci” e via dicendo, ovvio. Ma anche qualche buona occasione per sfruttare la ricorrenza in modo intelligente.

A Lumezzane ad esempio, sotto la grande cupola del Planetario di via Mazzini, a partire dalle ore 21 ci sarà la proiezione di “Stringiamoci sotto le stelle”.

Sempre giovedì 14, a Brescia, presso il Museo di Scienze Naturali, si terrà il racconto “Brexa, a dì 19 febraro 1512: stratio et crudeltà” sul cosiddetto “sacco di Brescia”. Inizio previsto per le ore 20:30.

Venerdì poi, a partire dalle ore 17, tutti gli inetressati potranno recarsi presso il Museo Lechi di corso Martiri della Libertà a Montichiari per una visita guidata gratuita tra scienza, storia ed arte.

Infine domenica alle ore 15:30 presso il Museo di Scienze Naturali di via Ozanam si chiuderà la rassegna di “Nonsolostelle” con l’evento “Scienza in famiglia”, appuntamento dedicato ai giovanissimi e ai loro genitori.

Festa di S.Faustino, come riscoprire i patroni

sanfaustino.jpgPer molti bresciani questa settimana sarà una “settimana corta” di lavoro. Venerdì infatti arriva la festa dei Santi Faustino e Giovita, patroni della Leonessa d’Italia.

Oltre alle tipiche attività di celebrazione del momento, dalle più solenni e religiose alle più profane bancarelle del centro storico, quest’anno si potrà anche riscoprire il lato storico ed artistico della ricorrenza.

Dopo le prime 2 giornate del 9 e del 10 febbraio, la prossima domenica alle ore 16:30 sarà possibile effettuare una particolare visita guidata alla chiesa di San Faustino Maggiore.

I Santi Faustino e Giovita (che la tradizione vuole come salvatori della citta quando nel 1438, apparendo sugli spalti cittadini, aiutarono i bresciani a respingere le truppe milanesi) godo infatti in città di un tempio asssai valido dal punto di vista artistico, dove peraltro riposano tutt’ora i corpi dei santi.

Nella visita guidata (costo 5€, necessaria la prenotazione tramite info@scopribrescia.com) si ripercorrerano le fasi costruttive di questo santo luogo dalle sue antiche origini come chiesetta di S. Maria in Silva, alla traslazione dei corpi dei santi, la grande epoca del vescovo Ramperto, fino ai rifacimenti degli ultimi secoli.

Support your local artist

castello brescia.jpg“Support your local team” è una scritta che campeggia speggio a bordo di alcuni campi di provincia in tutta Europa e che indica la volontà di molti ultras e tifosi di non abbandonare la “squadretta del paese” in favore di team più blasonati.

La stessa cosa la si potrebbe pensare anche per l’arte e gli artisti, specie se giovani, dotati e vogliosi di emergere nel mare magnum italico. Non trovate?

Ecco così che al Grande Miglio, museo sito in Castello, molti giovani virgulti dell’arte di casa nostra stanno esponendo le loro opere.

Si tratta di promettenti ragazzi dell’Accademia Santa Giulia e della Laba, i quali cercano così di farsi conoscere attraverso questa possibilità, concessa loro dal Comune e da Brescia Musei all’interno del progetto “Esplosioni d’arte”.

Che ne dite, non meritano di veder ripagati i propri sforzi artistici con una visitina nell’imminente weekend?

S. Valentino, tempo di “Brescia con amore”

bresciaconamore.jpgI meno romantici sono avvisati. San Valentino è ormai alle porte e, crisi o nono crisi, torna anche quest’anno “Brescia con amore”.

Si tratta di un evento itinerante, dedicato alle coppie, che raccoglie le adesioni di moltissimi bar, locali e negozi di Brescia.

Questi ultimi, nei giorni compresi tra il 10 ed il 14 febbraio, offriranno alle coppie cene, prodotti e quant’altro a prezzi scontati.

Partecipare è molto semplice. Innanzitutto bisogna andare sul portale dell’iniziativa: www.bresciaconamore.it

Qui poi basterà prima scegliere il giorno e poi, all’interno del gruppo di offerte per quella data, sceglierne una e prenotarla.

Giunti sul posto con la propria metà della mela ci si scambierà un bacio e da quel momento si avrà diritto allo sconto previsto.

Tutti i partecipanti poi potranno compilare una cartolina e partecipare all’estrazione di un viaggio per 2 persone. Dove? Ma nella città più romantica del mondo, ovvio: Parigi.